Se dovessimo pensare ad un film che ha segnato la storia del cinema per svariati motivi c'è, senza dubbio, "Per un pugno di dollari". Il film cult con Clint Eastwood è stato, ed è ancora, una pietra miliare del cinema e come tale più volte è stato oggetto di citazioni, rievocazioni, da parte di altri registi, uno su tutti Quentin Tarantino. A distanza di anni dal debutto sul grande schermo, avvenuto nei primi anni Sessanta, ecco arrivare un progetto che vedrà trasformato questo grande classico in una serie televisiva.

Cosa vedremo nella serie tv

Il progetto in realizzazione per la casa di produzione Mark Gordon Pictures, dovrebbe essere un remake in forma seriale del noto spaghetti western. Ad occuparsi della sceneggiatura stando a quanto riportano diverse testate di settore, sarebbe Bryan Cogman, già sceneggiatore di una delle più note e amate serie televisive degli ultimi anni, ovvero Game of Thrones, che attualmente sarebbe in trattative per poter adattare alla modalità non solo seriale, ma anche televisiva il più noto classico del cinema. Le notizie sul rifacimento sono ancora poche, ma probabilmente il canovaccio originale verrà rispettato, quindi ci sarà l'arrivo di uno straniero che entra nella lotta tra due gang rivali, intente a guerreggiare e seminare terrore nella città. Sarà interessante scoprire, quando saranno definiti tutti i dettagli della serie, chi andrà a sostituire un colosso come Clint Eastwood.

La Trilogia del dollaro

"Per un pugno di dollari"che fece i suo debutto nel 1964,  è il primo film di quella che è conosciuta come "La trilogia del dollaro", della quale fanno parte anche gli altri cult come "Per qualche dollaro in più" e "Il buono, il brutto e il cattivo", protagonista di tutti e tre i film, fu per l'appunto Clint Eastwood, che in quegli anni divenne una icona del genere, oltre che uno dei più grandi attori del cinema americano e con il passare del tempo è diventato uno dei più accreditati registi della contemporaneità.