L'emergenza sanitaria, il lockdown e le misure anti-coronavirus hanno letteralmente bloccato, tra le altre cose, anche l'industria televisiva. Molte produzioni sono state interrotte ma le aziende del settore stanno già pensando alla ripartenza, posto che nei prossimi mesi (forse anni) sarà necessario introdurre nuove regole e ripensare i programmi in base ai decreti sulla sicurezza. Com'è facile immaginare, uno dei programmi destinati a soffrire maggiormente da questa situazione è Pechino Express, dal momento che viene interamente girato all'estero e in situazioni particolarmente "estreme" rispetto ad altri show.

Perché è impossibile girare Pechino Express nel 2020

L'edizione di quest'anno – filmata prima della pandemia – si è ambientata proprio in Asia (tra Thailandia, Corea e Cina), non lontano dalle zone in cui il coronavirus ha iniziato a propagarsi. Solitamente il programma di Costantino Della Gherardesca viene filmato in estate o in autunno, ma va da sé che nei prossimi mesi sarà impossibile organizzare viaggi all'estero, ancor meno spostarsi all'interno di un Paese straniero e adottare i classici comportamenti dei concorrenti, chiamati a chiedere passaggi in auto a sconosciuti locali, essere ospitati in abitazioni private e mangiare e spostarsi in situazioni spesso "al limite". Per questo motivo, gli spettatori che hanno amato l'ultima stagione di Pechino Express, quella vinta dalle Collegiali, si stanno chiedendo se mai il programma tornerà in onda. Per paradosso, proprio il lockdown ha portato un interesse crescente per lo show, che ha consentito agli spettatori obbligati all'isolamento casalingo di "viaggiare" virtualmente in Paesi lontani, tanto che molti considerano la stagione 2020 la più riuscita di sempre.

Parla Banijay Italia, che produce Pechino Express

I fan possono però consolarsi. La produzione ha tutta l'intenzione di mettere in cantiere una nona edizione di Pechino Express, con un inevitabile slittamento. Lo ha spiegato Fabrizio Ievolella, amministratore delegato di Banijay Italia. la società che produce il programma d Rai2. In un'intervista su Oggi riguardante il ritorno dei programmi tv, ha spiegato: "Pechino è più difficile perché prevede viaggi e contatti con il mondo esterno. Prevediamo di iniziare la pre-produzione in autunno e, se tutto va bene, di girarlo nel 2021".

Quando tornerà in onda Pechino Express

Dunque sulla carta il programma è confermato ma, con uno spostamento di diversi mesi, sarà impossibile vedere Pechino Express nella prima parte del 2021 com'è successo con l'edizione 2020, trasmessa da febbraio ad aprile. Se la situazione sanitaria migliorerà e sarà possibile ottenere i permessi per filmare in Paesi stranieri (negli anni scorsi le location sono state in Asia, Africa e America latina), la messa in onda dell'adventure game dovrebbe pertanto slittare alla stagione televisiva 2021-22, a un anno e mezzo o due anni dall'ottava edizione. Una pausa lunga ma necessaria.