Patty Pravo grande ospite nella puntata di Domenica live del 3 dicembre. In occasione dell’uscita della sua autobiografia "La cambio io la vita che…", la grande artista 69enne si è raccontata a 360 gradi, dalla carriera musicale a una vita fatta di eccessi, stravaganze, amori folli. Senza dimenticare una bizzarra rivelazione su una persona cara, l'adorata nonna Maria che l'ha cresciuta (la madre, oggi 91enne, la affidò ai nonni nei primi anni di vita per via di una grave depressione post partum). Secondo la Pravo, a distanza di tanti anni, l'adorata parente sarebbe una presenza soprannaturale nella sua abitazione:

Ho vissuto con una nonna meravigliosa. Si manifesta a casa mia, mi sposta le cose. Così continua a essere vicina a me. Sono sicura che sia lei, chi altro potrebbe venire a casa mia?

Gli amori di Patty Pravo, la storia con Riccardo Fogli

"Mi sono sposata cinque volte. Non volevano solo storie, volevano sposarmi e io li accontentavo. La prima volta mi sono sposata a sedici anni", ha raccontato la Pravo. In realtà, sulla complessa e turbolenta vita nuziale di Nicoletta Strambelli – questo il vero nome dell'artista – la verità di mescola alla leggenda. Il numero dei matrimoni effettivamente officiati con validità legale non è chiaro, ma la ex ragazza del Piper è stata legata al batterista inglese Gordon Faggetter, allo stilista Franco Baldieri e al chitarrista americano di 10 anni più giovane John Edward Johnson, senza farsi mancare una relazione a tre con Paul Martinez e Paul Jeffery. L'amore più noto, e forse più grande, è stato però quello con Riccardo Fogli, che recentemente ha svelato di aver lasciato i Pooh proprio per stare con lei (mollò momentaneamente anche la moglie Viola Valentino, che successivamente lo perdonò): "Ci siamo divertiti moltissimo e anche amati molto", ha detto di lui Patty a Domenica Live.

Gli spinelli con Jimi Hendrix e l'esperienza in carcere

Patty non ha mai nascosto il suo rapporto disinvolto con le droghe, consumate in grande quantità sin dagli anni 60. In particolare, ai microfoni di Barbara D'Urso, ha raccontato degli spinelli fumati con uno dei più grandi artisti di sempre: Jimi Hendrix, di cui fu amica intima sino alla morte di lui.

Eravamo in macchina io e Jimi Hendrix, la macchina era piccola, lui aveva un grande cappello, io anche. Fumavamo le canne, soprattutto lui a dire il vero, e passavamo con questa macchinetta, con tutta questa nuvola di fumo.

Proprio il consumo di stupefacenti la portò in tempi più recenti, a provare l'esperienza del carcere per alcuni giorni. Nel 1992 è stata arrestata per possesso di hashish e rinchiusa a Rebibbia. "Quando sono uscita le ragazze cantavano tutte “Ragazzo Triste” e con l’acustica del carcere, era un suono fortissimo…"