22 Agosto 2017
17:03

Parlano male di Pistocchi a Tiki Taka, lui: “Usano le gambe delle starlette per parlare di calcio”

Il giornalista critica apertamente “Tiki Taka” dopo i riferimenti al suo accanimento contro la Juve: “Non guardo programmi dove si usano le gambe delle starlette come scusa per parlare di calcio”.

Maurizio Pistocchi, storico giornalista e opinionista Mediaset, continua ad essere un obiettivo fisso da parte di ex colleghi (ed ex amici?) dopo aver lasciato il salotto di Diretta Premium, in netto contrasto con quella che sarebbe la linea editoriale dei programmi di approfondimento calcistico dedicati agli abbonati di Mediaset Premium. Ieri sera, nel corso della prima puntata della nuova edizione di Tiki Taka, gli opinionisti presenti in studio c'era Maurizio Zampini, che ha fatto riferimento, senza però mai nominarlo, a "giornalisti deputati a creare veleni contro una squadra", la Juventus.

Maurizio Pistocchi, che è ancora un dipendente Mediaset ma che è stato costretto all'inizio della stagione, non senza polemiche da parte di tantissimi appassionati, a traslocare sui canali in chiaro e all'interno degli spazi di informazione sportiva di Premium Sport, ha replicato così su twitter:

Non guardo programmi dove le gambe delle starlette sono la scusa per parlare di calcio.

E su Zampini, Pistocchi twitta:

Il ‘libico' Zampini. Autorevole come Mughini e con gli stessi gusti. Rappresenta in tutto e per tutto ‘quella' tifoseria.

Tra Maurizio Pistocchi e i tifosi della Juventus è guerra aperta perché, come ha twittato "PistoGol": "Sono tutti juventini. Altrimenti non lavorano". 

"Piero Chiambretti confermato alla conduzione di Tiki Taka per la prossima stagione"
"Piero Chiambretti confermato alla conduzione di Tiki Taka per la prossima stagione"
Pierluigi Pardo: "Melissa Satta tornerà a 'Tiki Taka', rappresenta le donne tifose e appassionate"
Pierluigi Pardo: "Melissa Satta tornerà a 'Tiki Taka', rappresenta le donne tifose e appassionate"
La malattia di Isabella Ferrari: “Non mi sentivo più le gambe, di questo male si moriva”
La malattia di Isabella Ferrari: “Non mi sentivo più le gambe, di questo male si moriva”
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni