Paola Cortellesi non bisserà l'esperienza del 2004 al Festival di Sanremo. Lo apprendiamo da Venezia, dove l'attrice si trova per il ritiro del premio come Miglior attrice Kinéo Diamanti al cinema per "Come un gatto in tangenziale". Su Vanity Fair, nel corso di una ricca intervista, la popolare attrice smentisce le voci che la vorrebbero come prossima conduttrice al Festival di Sanremo 2019: "Ho troppi impegni e non posso essere anche a Sanremo". 

Paola Cortellesi non sarà a Sanremo 2019

Paola Cortellesi, pur avendo un grande rapporto con Claudio Baglioni, smentisce tutte le voci che la volevano come candidata principale ad affiancare il direttore artistico per la prossima edizione del Festival di Sanremo.

Purtroppo no, non potrò farlo perché impegni precedenti non me lo permettono. Claudio mi stima ed è sempre affettuoso con me, ricordo volentieri tutti i duetti fatti insieme ma dovremmo rimandare. Cosa rappresenta per me Sanremo? Un'istituzione italiana che amo.

Paola Cortellesi su Asia Argento

C'è spazio per uno scambio su Asia Argento e la polemica che l'ha investita. L'attrice di "Ingannevole è il cuore più di ogni cosa" è stata al centro di uno scandalo sessuale, dopo le rivelazioni del New York Times e le conferme dell'attore Jimmy Bennett che, stando al suo racconto, sarebbe stato abusato dalla figlia di Dario Argento quando era ancora minorenne.

Non ho seguito il rovescio della medaglia nella situazione di Asia né i dettagli del caso, né so come sia stata giudicata al riguardo, ma non credo che questo episodio possa rovinare o mettere nel dimenticatoio il lavoro fatto finora. C'è stato un risveglio che non può essere più ignorato. Quello che posso dire è che a suo tempo ha fatto bene a denunciare un molestatore che ha abusato del suo potere.

Un mondo per le donne

Per Paola Cortellesi c'è bisogno di "evitare che una donna venga molestata perché in situazione di debolezza, situazione che ormai si verifica da millenni". Propone così una nuova idea di "universo femminile":

La nostra idea è raccontare un universo femminile ancora troppo discriminato, dalla discrepanza di salario alla considerazione sul posto di lavoro. […] Iniziare dalla scuola dell’infanzia, fare in modo che le femminucce non vengano percepite come qualcosa di meno rispetto ai maschietti.

Paola Cortellesi è tra le firmatarie dell'iniziativa "Dissenso Comune", in cui 124 donne firmano contro gli abusi e le molestie nel mondo dello spettacolo. In quella lista non c'era il nome di Asia Argento, che prese le distanze da un movimento da lei giudicato tardivo.