Sono stati presentati i palinsesti Mediaset per la stagione 2019-2020 e le novità non riguardano solo i programmi di prima serata, ma anche un comparto, quello fiction, sul quale l'emittente è tornata a seguire e sostenere con grande interesse, a rimorchio di un trend internazionale che vede la televisione sempre più rivolta a queste produzioni originali. Nelle ultime stagioni Canale 5 ha alternato importanti successi a risultati meno esaltanti e la prossima stagione non sarà meno ricca di nuove produzioni, dalla conferma dei titoli di maggior successo a importanti novità.

Otto in tutto i titoli fiction della prossima stagione, di cui sei completamente nuovi: "Made in Italy" con Greta Ferrero e Margherita Buy, "Oltre la soglia" con Gabriella Pession e Giorgio Marchesi, "Il processo", con Vittoria Puccini e Francesco Scianna, "Fratelli Caputo" con Nino Frassica e Cesare Bocci, "Scomparsi" con Alessandro Preziosi e "Giustizia per tutti" con Raoul Bova. Un connubio tra volti tradizionali della serialità targata Mediaset e nomi che generalmente vengono associati al servizio pubblico o al cinema.

Contemporaneamente Mediaset proporrà le nuove stagioni di due titoli che hanno contribuito in maniera sostanziale a questa nuova stagione della serialità targata Canale 5: ecco quindi tornare "L'isola di Pietro", fiction con protagonista Gianni Morandi, che torna con la terza stagione; ma l'anno prossimo arriva anche la seconda, attesissima stagione di "Rosy Abate", che due anni fa aveva ottenuto un successo enorme.

La stagione televisiva che si è conclusa nelle scorse settimane ha visto Canale 5 sperimentare anche prodotti differenti dalla serialità tradizionale. Dall'operazione di "Non mentire", con Greta Scarano e Alessandro Preziosi, al rifacimento di "Immaturi", la serie ispirata all'omonimo film di qualche anno fa.