Mercoledì 4 novembre non andrà in onda la puntata di ‘Oggi è un altro giorno‘. Il programma pomeridiano di Rai 1 condotto da Serena Bortone sarebbe stato sospeso dopo che una persona, tra il pubblico in studio alcuni giorni, fa è risultata positiva al Coronavirus. Secondo quanto rivela TvBlog, l'intera produzione del programma, inclusa la conduttrice Serena Bortone. sarebbe in quarantena, per evitare che possano esplodere altri contagi. Al momento da viale Mazzini nessuna comunicazione ufficiale, ma sembra ormai uno scenario probabile che l'intero staff dovrà attendere le prossime ore e i risultati dei tamponi, per capire quando e se poter riprendere con le registrazioni.

Cosa andrà in onda al posto di ‘Oggi è un altro giorno'

Il contenitore pomeridiano condotto da Serena Bortone non andrà in onda come di consueto a partire dalle 14:00 su Rai 1. Secondo quanto rivela TvBlog, al suo posto sarà trasmessa la replica della puntata speciale di Techetecheté interamente dedicata a Gigi Proietti, scomparso pochi giorni fa. I funerali dell'attore, tra l'altro, saranno trasmessi in diretta su Rai 1 nella giornata di giovedì 5 novembre. A seguire, dalle 15:00 verrà lasciato spazio allo speciale Tg1 dedicato allo spoglio delle elezioni americane condotto da Francesco Giorgino. Poi il palinsesto tornerà alla normalità, con Il Paradiso delle signore e poi La Vita in diretta.

Inviato di ‘Oggi è un altro giorno' positivo al Covid

Un mese prima in realtà, il programma di Serena Bortone era già stato colpito dal Coronavirus. L'inviato Valerio Scarponi, anche speaker di RDS, aveva comunicato su Instagram di essere risultato positivo al tampone. In una serie di Stories aveva spiegato di avere febbre alta e una forte tosse. L'inviato aveva rassicurato tutti spiegando di sentirsi "tutto sommato bene" e si era messo in quarantena. "Sono sereno fino a un certo punto. Mi aspettano quattordici giorni di quarantena, vediamo quello che succederà. Nonostante io abbia utilizzato sempre dispositivi di protezione, gel, distanze e quant'altro, alla fine se ti deve toccare ti tocca. Speriamo bene".