Sono diventati genitori da poche settimane, Stash e la compagna Gulia Belmonte, mettendo al mondo la piccola Grace. Il cantante si è raccontato a Verissimo da Silvia Toffanin, che ha ospitato in collegamento anche Giulia, in videochiamata da casa. Il frontman dei The Kolors racconta l'emozione della paternità come qualcosa di "assurdo e indescrivibile, anche se so che questo mio aggettivo può apparire una frase fatta". Racconta che sta testando le reazioni della bambina agli stimoli musicali: "Quando canto Sinatra, quindi canzoni più basse, lei sente la vibrazione e mi guarda. La mattina ama ascoltare Bach".

I due spiegano dove sia nato lo spunto per il nome, decisamente atipico: "Abbiamo fatto diversi test sul nome, ma Grace è arrivato proprio come lei, un fulmine a ciel sereno all'improvviso". Ineludibile, dopo la nascita della bambina, che si parli di matrimonio, ma il cantante non sembra di questo avviso:

Non mi piace l'idea di contrattualizzare un sentimento. Per molti può essere un'affermazione negativa, ma quello che è accaduto con nostra figlia, ovvero la natura che ci ha detto che eravamo fatti l'uno per l'altra, è il modo in cui voglio vivere il mio amore con Giulia.

La loro esperienza con la maternità ha coinciso proprio con l'inizio della pandemia, qualcosa che ha stravolto le vite di entrambi, anche dal punto di vista lavorativo, ma in cui hanno provato a vedere qualcosa di positivo, specialmente per quel che riguarda il musicista: "Tutto è cambiato, tutto ha un centro diverso. Forse è una fortuna nella fortuna quella di avere Grace in questo momento, perché ci distrae anche da quello che sta accadendo fuori. Io sono stato contento di vivere insieme a lei tutto questo. Nella sfortuna di non lavorare quest'estate, ho avuto la fortuna di vivermi la gravidanza".