E' accaduto nel pomeriggio del 7 Giugno quando l'attore Niccolò Centioni, meglio conosciuto come Rudi de "I Cesaroni", è stato vittima di un incidente stradale in via Portuense, vicino via Coccia di Morto. Stando alle prime indiscrezioni, Centioni che avrebbe riscontrato soltanto qualche contusione, avrebbe deciso di non sottoporsi alle cure mediche mentre la donna – che lo avrebbe investito – sarebbe stata trasportata all'Ospedale Grassi di Ostia anche se le sue condizioni di salute non sono sembrate affatto gravi. Si diceva, tra l'altro, che l'attore fosse alla guida del suo scooter e che si trovasse da solo: notizie seccamente smentite da Niccolò Centioni che noi di Fanpage.it abbiamo raggiunto telefonicamente per avere maggiori delucidazioni su quanto è avvenuto qualche pomeriggio fa. I suoi fans, nel frattempo, erano in allerta, desiderosi di conoscere le sue attuali condizioni di salute.

Niccolò Centioni spiega com'è avvenuto l'incidente

Noi di Fanpage.it siamo in grado di proporvi, in esclusiva, la versione dei fatti di Niccolò Centioni che ai nostri microfoni ha spiegato com'è avvenuto l'incidente qualche giorno fa:

Eravamo io e mio fratello. Guidava lui, non io. Quindi non ero solo. Io stavo dietro, a bordo di un Sh 300 Sport. Eravamo nella nostra corsia quando una signora è uscita da una strada non principale e si è messa nella nostra corsia senza guardare a sinistra. A quel punto ho detto a mio fratello di frenare, lei non si è proprio accorta di noi. Lorenzo, questo il nome di mio fratello, ha frenato mentre la signora ha accelerato.

Così è avvenuto lo scontro:

Ci ha presi in pieno, mio fratello è volato, io ho sbattuto sul davanti della macchina. Sono scivolato dal motorino piano piano, non forte.

Niccolò Centioni non ha riportato danni gravi:

Ho un taglio alla gamba ma niente di che. La signora, invece, è stata portata in ospedale perché era stata operata al cuore due volte e le è venuto un attacco di panico. Ma comunque sta bene. Mio fratello, invece, si è tagliato un dito […] Ho rifiutato le cure mediche perché non avevo niente. Che bisogno c'era?