È ufficiale: la terza stagione di ‘Sex Education' si farà e la produzione inizierà già quest'anno. La conferma è arrivata da Netflix tramite un video su YouTube, in cui Alistair Petrie nei panni del preside Grof introduce un'irriverente serie di dipinti, in cui sono raffigurati i volti dei protagonisti. Un modo originale per confermare che il cast delle passate due edizioni sarà confermato e quindi vedremo ancora nei propri ruoli Gillian Anderson (Jean Milburn), Asa Butterfield (Otis Milburn), Emma Mackey (Maeve Wiley), Ncuti Gatwa ( Eric Effiong), Aimee-Lou Wood ( Aimee Gibbs), Connor Swindells (Adam Groff), Kedar Williams-Stirling (Jackson Marchetti), Tanya Reynolds (Lily Iglehart) e Patricia Allison (Ola Nyman). E com'è chiaro, la sessualità resta il filo rosso anche in questa stagione.

Quando esce Sex Education 3

La data di uscita non è stata ancora ufficializzata, ma considerando che la produzione si svolgerà nel corso del 2020, la serie Netflix potrebbe sbarcare con i nuovi episodi già il prossimo inverno. D'altronde, non avrebbe potuto essere più tardi, visto l'enorme affiatamento che la serie ha attirato tra i fan di tutto il mondo. Di certo presto Netflix svelerà pian piano nuovi dettagli, giusto per dare il tempo agli ultimi spettatori di completare la seconda stagione, uscita appena a gennaio 2020, ma gli studenti del liceo Moordale sono già pronti a tornare.

La trama di Sex Education

Otis (Asa Butterfield) è un adolescente sessualmente represso, figlio di una terapista sessuale di successo, esuberante e moderna, interpretata da una Gillian Anderson alla sua migliore prova dell'intero decennio. L'unico amico di Otis è Eric (Ncuti Gatwa), un gay non ufficialmente dichiarato ma con il pensiero fisso per il sesso. Quando Otis incrocia la ribelle Maeve (Emma Mackey), considerata da tutti la facile della scuola, nasce un'intesa dalle loro discussioni che li spinge a fornire consigli sessuali a pagamento a tutto l'istituto.

Perché Sex Education piace così tanto

È corretto considerare Sex Education 2 un “teen drama”? Si e no. Di certo, parla ai ragazzi, our future, con una franchezza e una sincerità che è difficile trovare in giro. La sessualità non ha falsi moralismi in Sex Education 2, mai. È appagante assistere agli snodi narrativi dei protagonisti, così come a quelli dei tanti personaggi secondari che trovano maggiore spazio in questa seconda stagione. Il talento del cast, la sua varietà, la scrittura così affascinante non fa perdere nemmeno un colpo alla serie che, quasi naturalmente, si è evoluta maturando. E la lezione è questa: scoprire la propria sessualità, senza compromessi e senza mentire a se stessi, porta all’amore. Dovrà arrivare alla soluzione finale il protagonista Otis (Asa Butterfield), che ha finalmente superato il blocco, scoprendo il piacere della masturbazione e adesso è pronto per il passo successivo. Ma il conflitto è tra una compagna che non è quella giusta, Ola (la bravissima Patricia Allison in un ruolo non semplice) e la sua partner in affari, Maeve (Emma Mackey), che corrisponde il sentimento ma non esce dal guscio. A complicare le cose, la presenza sempre più invadente di mamma Jean (fantastica Gillian Anderson), che si ritrova titolare legittima dell’ufficio di consulenza sessuale “ufficiale” del liceo, dopo essere stata chiamata per risolvere le cose in seguito a una violenta epidemia di clamidia.