Myrta Merlino si prepara a portare il suo "L'Aria che Tira" in prima serata. Forte del successo mattutino, una trasmissione in onda oramai dal 2011, diventato un appuntamento fisso per il pubblico di La7. A dimostrarlo ci sono gli ascolti, che confermano come anche quest'anno la filiera mattutina della rete abbia funzionato, sia in termini di efficienza informativa e lavoro di squadra, che in termini di risultati utili alle casse della rete di Cairo.

E così l'estate di Myrta Merlino inizia con tre speciali in prima serata, in onda martedì 11, 18 e 25 giugno. Tre appuntamenti attraverso i quali la conduttrice proverà come sempre a raccontare l'attualità e la politica con approfondimenti, servizi e interviste agli ospiti in studio.

Tre speciali che replicano l'esperienza del 2014, quando la giornalista aveva già avuto uno spazio in prime time, ogni lunedì, con lo spin off della trasmissione denominato "L'Aria che Tira Stasera". Questa volta nessun restyling nel nome, resta la sostanza di un programma dai meccanismi collaudati, con il quale la Merlino prova ad imporsi ugualmente in un'altra fascia.

Nel frattempo la conduttrice ha lasciato l'edizione quotidiana de "L'Aria che Tira" per fare spazio a Francesco Magnani, che come di consueto condurrà il programma nella sua versione estiva, riproponendo una staffetta ormai consolidata. La trasmissione accompagna il pubblico al Tg di La7 delle 13.30 da ormai otto anni e Myrta Merlino appare oggi come un volto imprescindibile per la rete tutta dedicata all'informazione di proprietà di Urbano Cairo. Sarà curioso capire se per lei, in futuro, ci sarà maggiore spazio in prima serata anche nel periodo autunno/inverno, oppure se la sua presenza mattutina continuerà ad essere un punto fermo della rete diretta da tre anni da Andrea Salerno.