Addio all'attore Stan Kirsch, noto negli anni 90 per aver interpretato il personaggio di Richie Ryan nella serie TV Highlander. Kirsch, 51 anni, è stato trovato morto nella sua casa di Los Angeles. Lo conferma il sito americano TMZ, che ha svelato anche le tragiche circostanze del decesso: Kirsch si sarebbe suicidato impiccandosi.

Le circostanze della morte

Fonti appartenenti alle forze dell'ordine hanno confermato al portale statunitense che la moglie di Stan, Kristyn Green, avrebbe trovato l'attore impiccato nel pomeriggio di sabato 11 gennaio nel loro bagno. I paramedici hanno tentato la rianimazione, ma inutilmente. Kirsch sarebbe stato dichiarato morto sul posto. Dalla pagina ufficiale di Highlander arriva un messaggio di cordoglio: "Senza Stan Kirsch la serie di Highlander non sarebbe stata la stessa. Lui ha portato umorismo, gentilezza e tanto entusiasmo giovanile con il personaggio di Richie Ryan nel corso di sei stagioni".

La carriera di Stan Kirsch

Classe 1968, Kirsch iniziò a recitare all'età di quattro anni nelle pubblicità. Dopo aver lavorato in varie serie tra cui  la soap opera General Hospital, il successo arrivò grazie ad Highlander in cui recitò dal 1992 al 1997. Creata Gregory Widen, la serie era uno spin off della celebre saga cinematografica con Christopher Lambert, con protagonista Adrian Paul nel ruolo di Duncan MacLeod, un immortale che vive attraverso i secoli. Richie era il piccolo delinquente co-protagonista, redento e adottato da Duncan e dalla sua compagna Tessa. Kirsch è apparso nella parte del Tenente Ferrari in JAG – Avvocati in divisa e in piccoli ruoli in In tribunale con Lynn, Deep Rescue e Invincible. Si ricorda poi una memorabile apparizione in Friends, dov'era l'amante minorenne di Monica in una puntata della prima stagione. Da oltre dieci anni risultava assente dal piccolo schermo, ma era insegnante di recitazione. "Voglio ringraziare tutti per la dimostrazione di amore e sostegno", ha scritto la moglie Kristyn.