Ancora un lutto nell'industria dello spettacolo indiana. L'attore e modello Susheel Gowda, protagonista del serial televisivo "Anthapura" del 2015, è morto a soli 35 anni: secondo Times of India, si sarebbe suicidato, per cause ancora sconosciute. Il corpo dell'uomo è stato trovato nella sua città natale, Mandya. Un ulteriore choc per il mondo dell'entertainment locale, che solo poche settimane fa faceva i conti con la morte della star di Bollywood Sushant Singh Rajput, anche lui suicida.

Le reazioni alla morte di Susheel Gowda

Gowda era anche personal trainer. L'attrice Amita Ranganath, con lui nella serie "Anthapura", lo ha ricordato sconvolta come "una persona così dolce e di buon cuore che non perdeva mai la calma". Un altro attore, Duniya Vijay, aveva recitato con lui nel film "Salaga" e ha pubblicato su Facebook una riflessione sul clima difficile di questo periodo che potrebbe essere legato a gesti estremi, come anche quello di Rajput (che pure soffriva di depressione da tempo): “Penso che la serie di morti non finirà quest'anno. Non è solo a causa della paura delle persone del Coronavirus, le persone stanno perdendo fiducia perché non hanno un lavoro che può dare loro i soldi per condurre una vita. È giunto il momento di rimanere più forti per superare la crisi".

Susheel Gowda star del cinema Kannada

Noto soprattutto sul piccolo schermo, Susheel Gowda si stava facendo strada nell'industria cinematografica di lingua Kannada. Com'è noto, l'India è popolata da moltissime etnie e il Kannada è una lingua dravidica parlata da circa 35 milioni di persone, soprattutto nello stato del Karnataka. Il cinema Kannada, noto anche come Sandalwood o Chandanavana, è un sottogruppo del settore cinematografico indiano dedicato alla produzione di film in questo idioma, spesso adattamenti di classici della letteratura locale o opere sperimentali. Non va quindi confuso con Bollywood, la produzione hindi/urdu con sede a Bombay, e con le tantissime altre industrie cinematografiche del Paese (telugu, tamil, bengalese, malayalam, marathi, del Kashmir).