Addio all'attore americano James Drury, morto il 6 aprile per cause naturali all'età di 85 anni (ne avrebbe compiuti 86 il 18). Più che un nome famoso, un volto iconico: quello del taciturno protagonista della celebre serie tv western "Il virginiano" trasmessa da Nbc dal 1962 al 1971 e in onda anche in Italia. L'annuncio della sua scomparsa è stato dato dalla sua assistente Karen Lindsey all'Hollywood Reporter.

Il virginiano

Tratta dal romanzo omonimo di Owen Wister, la serie (nata come spin off di un'altra produzione, "Decision") raccontava le avventure di un misterioso personaggio soprannominato "il Virginiano", che porta l'ordine in una cittadina del Wyoming. Il suo vero nome non veniva mai svelato lungo le ben 9 stagioni, che hanno reso "Il virginiano" la più longeva serie western dopo "Gunsmoke" e "Bonanza". Nel cast, c'erano grandi caratteristi come Doug McClure, Lee J. Cobb e Stewart Granger, oltre a moltissime guest star del calibro di Robert Redford, Kurt Russell, Telly Savalas, Barbara Bouchet, Charles Bronson, Bette Davis, Harrison Ford e Lee Marvin.

La carriera e la vita privata di James Drury

La filmografia di Drury conta qualche film ("Il pianeta proibito", "L'ultima carovana", "Il segreto di Pollyanna", "Sfida nell'alta Sierra") e moltissime serie televisive, western e non solo. Ricordiamo almeno il ruolo del capitano Tom Price nei primi tre episodi di "Walker Texas Ranger" con Churk Norris e quello di Spike Ryerson in "Firehouse Squadra 23". Nel 2000 era apparso nel tv movie "Il virginiano", remake della sua serie, con un ruolo cameo. Nato nel 1934 a New York, l'attore ha avuto tre mogli: Cristall Othoneos, Phyllis Mitchell e Carl Ann Head: quest'ultima è stata sposata a Drury fino alla sua morte, avvenuta nel'agosto 2019, solo pochi mesi prima del marito. Il figlio Timothy Drury è un tastierista, chitarrista e cantante che ha suonato con gli Eagles e i Whitesnake.