Giacomo Battaglia è morto all'età di 54 anni. Il comico, imitatore e uno dei volti simbolo del Bagaglino, era in coma da giugno 2018, quando era stato colpito da un ictus che non gli ha lasciato scampo. Nel corso della sua carriera, ha fatto coppia con il collega e amico Luigi Miseferi. Dagli anni '90, quando debuttarono nel programma ‘Stasera mi butto' agli spettacoli teatrali dello scorso anno, i due erano inseparabili. In queste ore, Miseferi piange la scomparsa di Battaglia.

Le parole di Luigi Miseferi

Luigi Miseferi ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un messaggio dedicato a Giacomo Battaglia. L'attore e comico, profondamente addolorato dalla morte dell'amico, ha assicurato che non lo dimenticherà mai e avvertirà sempre la sua presenza al suo fianco, come è stato negli ultimi 30 anni. Miseferi, inoltre, ha comunicato quando si terrà la camera ardente per dare l'ultimo saluto al cinquantaquattrenne: "Ciao Giacomo! Fratello, amico, collega! La mia vita sarà sempre declinata al plurale! La Camera Ardente sarà allestita al Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria, domani martedì 2 aprile dalle ore 10,30. Sarà possibile salutare Giacomo alla Chiesa degli Artisti di San Giorgio al Corso alle ore 15".

Il cordoglio del Presidente del Consiglio regionale della Calabria

Anche il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, ha preso la parola per ricordare questo talento calabrese che negli anni ha divertito e tenuto compagnia agli italiani attraverso la sua comicità e i suoi spettacoli teatrali: "Una notizia che ha fatto a pezzi il cuore dell’intera comunità calabrese e reggina. La morte di Giacomo Battaglia è un dolore enorme per tutti noi, per chi lo ha conosciuto come uomo, prima ancora che come artista di successo. Addio Giacomo. Figlio straordinario di questa terra che ha infinitamente amato e onorato. La terra ti sia lieve".