La morte di Sergio Zavoli è una enorme perdita per il Paese, che oggi piange la scomparsa del giornalista, presentatore, scrittore ed ex presidente Rai morto a 96 anni il 4 agosto. Per omaggiarlo il servizio pubblico cambia la programmazione della prima serata di Rai1 proponendo “Zavoli, storia di un cronista", titolo dello speciale condotto da Monica Maggioni che andrà in onda su Rai1 alle 21.30. L'approfondimento sarà incentrato sulla carriera di Zavoli che partì dalla radio per poi arrivare alla televisione, con programmi rimasti nella storia del servizio pubblico, da Il Processo alla Tappa a La Notte della Repubblica. Ma approfondirà con ogni probabilità anche il lungo corso politico di Zavoli, per 17 anni in Senato.

Oltre allo speciale di Rai1, il patrimonio Rai su Sergio Zavoli è attualmente disponibile anche su RaiPlay, con tutti i 18 episodi episodi di La Notte della Repubblica disponibili sulla piattaforma ed altri speciali dedicati al giornalista.

Il ricordo di Sergio Zavoli

In queste ore la scomparsa di Zavoli è stata accolta dal generale commiato delle istituzioni e da personaggi di spicco della società civile. Da Raffaella Carrà, che lo ha salutato con una lettera a lui indiritzzata a Romano Prodi: "Oggi perdiamo un vero maestro del giornalismo". E ancora il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, che ritiene quella di Zavoli "Una perdita enorme per la cultura italiana, un fortissimo dolore personale. Zavoli è stato un riferimento e un maestro per intere generazioni di giornalisti". Infine le parole del Presidente del Senato Elisabetta Casellati: "La sua voce inconfondibile è stata l'io narrante della storia italiana più recente. Grande maestro di televisione e tra le firme più significative del Novecento, Zavoli ci lascia un esempio di giornalismo lucido e appassionato che, con tono pacato e analisi mai scontate, ha saputo raccontare i grandi fatti del nostro tempo. Cultura, dedizione e competenza sono stati gli stessi principi che ne hanno ispirato l'impegno in Senato. Ai familiari giunga la mia vicinanza".