La morte di Naya Rivera ha spezzato il cuore a una generazione cresciuta con la serie tv "Glee", popolarissima in tutto il mondo. Mentre l'autopsia conferma la morte per «annegamento accidentale», i creatori della serie tv hanno omaggiato l'attrice scomparsa annunciando l'istituzione di un fondo universitario per Josey, il figlio che l'attrice ha avuto dall'ex marito Ryan Dorsey.

Il messaggio degli autori di Glee

Ryan Murphy, Brad Falchuk e Ian Brennan, i creatori dello show che ha dato il via alla carriera di Naya Rivera, hanno dichiarato: "Abbiamo il cuore spezzato per la perdita della nostra amica Naya Rivera. Non ci sono voluti più di un episodio o due per renderci conti di aver avuto la fortuna di trovare una delle stelle più talentuose e speciali, con cui avremmo avuto sempre il piacere di lavorare". Poi l'annuncio della creazione di un fondo speciale per il piccolo Josey, presente sulla barca che era stata presa dalla madre per una gita sul Lago Piru, dove poi è morta in seguito a un tragico incidente.

Come è morta Naya Rivera

Come si immaginava, l'autopsia ha confermata l'annegamento accidentale e non sono state trovate tracce né di alcool, né di droghe. Stando alle ricostruzioni dello sceriffo della contea di Ventura, l'attrice ha fatto di tutto per mettere in salvo suo figlio Josey, ritrovato sulla barca alla deriva:

Crediamo che fosse metà pomeriggio quando lei e il figlio si sono tuffati per nuotare poi, forse, la barca avrebbe iniziato a spostarsi…e lei ha raccolto abbastanza energia per riportare suo figlio sulla barca ma non abbastanza per salvarsi. Suo figlio Josey ha raccontato di essere stato aiutato dalla madre a salire sulla barca, Naya l’ha spinto da dietro. Dopo si è voltato e lei era sparita.

Lo sceriffo della contea di Ventura ha spiegato che una delle possibili cause che ha messo in difficoltà la Rivera è la creazione di forti correnti, frequenti soprattutto al pomeriggio.