Poche serie sono rimaste nell'immaginario collettivo come la mitica "Batman" andata in onda negli anni 60. Era quella dei "Pow" e dei "Sock" rappresentati come fumetti che sostituivano pugni e calci, con Adam West nei panni dell'Uomo Pipistrello e Burt Ward in quelli di Dick Grayson/Robin, in tripudio di colori e toni kitsch. Per 26 episodi, apparve anche il personaggio di Barbara Gordon, alias Batgirl. La interpretava l'attrice Yvonne Craig, morta lunedì 17 agosto nella sua casa di Pacific Palisades, in California. Da tempo era malata di cancro al seno, un male orribile che le aveva portato metastasi al fegato. La triste notizia è arrivata dal sito ufficiale dell'artista.

Attrice e ballerina, nata in Illinois nel 1937, la Craig ha esordito alla fine degli anni 50 e ha recitato in un'infinità di produzioni, soprattutto televisive. È apparsa in singoli episodi in serie tv come "Perry Mason", "Dottor Kildare", "Organizzazione U.N.C.L.E." (il celebre telefilm di cui sta per uscire un remake su grande schermo diretto da Guy Ritchie, “Operazione U.N.C.L.E.”), "La grande vallata", "Una moglie per papà", "Starrsky & Hutch". Inoltre, apparve nella terza stagione di "Star Trek", dove ebbe il ruolo della schiava di orione Marta che tenta di uccidere il capitano Kirk. La sua ultima interpretazione è nella serie "Olivia", in cui recitò dal 2009 al 2011.

La storia con Elvis Presley

La Craig apparve anche in alcuni film, tra cui si segnalano "Bionde rosse brune…" e "Il monte di Venere" girati rispettivamente nel 1963 e nel 1964. In entrambi affiancò Elvis Presley, con cui ebbe una relazione all'epoca. La sua fama resterà comunque legata per sempre all'iconico ruolo di Batgirl, anche se lei stessa si lamentò ai tempi con la DC perché il suo personaggio veniva rappresentato troppo spesso come vittima, damigella in pericolo salvata da Batman e Robin: ma quale ragazzina dell'epoca non sognò di indossare il suo mitico costume da ragazza-pipistrello?