Addio a Kellye Nakahara, attrice conosciuta per il suo ruolo nel serie televisiva anni 70 “M * A * S * H” (a sua volta tratta da una celebre pellicola di Robert Altman). La Nakahara, americana delle Hawaii, è morta domenica, come ha riferito ai media americani la sorella Nalani Coleman. L'attrice è deceduta a Pasadena, in California, circondata dall'affetto dei suoi cari, all'età di 72 anni. "Era una performer e un'artista, e ha lavorato alle sue opere per rendere felici le persone, il che a sua volta le ha dato gioia", ha dichiarato la Coleman. "La gente voleva essere vicino a lei, era sincera nella sua persona".

Kellye Nakahara in M * A * S * H

Nakahara ha interpretato il ruolo dell'infermiera Kellye Yamato in "M * A * S * H", serie prodotta tra il 1972 e il 1983 per un totale di 11 stagioni e 251 episodi, e incentrata sulla vita del personale in un ospedale da campo durante la guerra di Corea. La serie creata da Larry Gelbart contava nel cast Alan Alda, Loretta Swit, Jamie Farr, William Christopher e Harry Morgan. In Italia è stata trasmessa dal 1979 su Rai1 e su Italia 1. In Usa fu un enorme successo di spettatori, tanto che l'episodio finale è stato per quasi 30 anni lo show più visto della storia della televisione americana.

Kellye Nakahara, la carriera e la vita privata

Nata a Oahu, nelle Hawaii, nel 1950, la Nakahara era anche apparsa in piccoli ruoli in altre serie televisive come "Kolchak: The Night Stalker" e "La casa nella prateria", "Dimensione Alfa", "Hunter", "Genitori in blue jeans" e "Sabrina, vita da strega". Aveva inoltre recitato nel film "Signori, il delitto è servito" del 1985 scritto da John Landis con Tim Curry e Christopher Lloyd, e "Il dottor Dolittle" del 1998 con Eddie Murphy. L'attrice aveva sposato il marito David Wallet nel 1968. La coppia aveva due figli.