È morta Jamie Tarses, dirigente televisiva americana che è stat una vera e propria pioniera per aver assunto la guida, a metà degli anni Novanta, del network Abc, imponendosi come una delle più giovani donne di sempre ad assumere un ruolo dirigenziale di tale peso. Negli anni precedenti, durante la collaborazione con NBC, ha partecipato al concepimento di Friends, che si sarebbe poi rivelata una delle sit-com di maggior successo della storia recente.

La morte della donna, stando a quanto riportano le fonti estere, è legato a complicazioni che sono seguite a un infarto risalente allo scorso autunno, cui era seguito un lungo coma. Casistica che ha portato al de cesso nelle scorse ore. La sua carriera nel mondo della televisione era figlia di un'esperienza familiare, visto che il padre di Tarses era Jay, noto produttore televisivo, ha assunto un ruolo significativo nella storia della televisione proprio per aver raggiunto un ruolo apicale nel mondo dell'intrattenimento in giovanissima età, quando aveva solo 32 anni. Ruolo raggiunto dopo aver avuto alcune esperienze da assistente alla produzione per programmi celebri, ad esempio il pluridecennale Saturday Night Live.

Inevitabile tornare sull'immenso successo di Friends, su cui deciso di scommettere a partire dal 1994, ritrovandosi tra le mani un prodotto che è andato avanti per oltre dieci anni ed ha completamente cambiato la storia della serialità televisiva, segnando un prima e un dopo la serie ambientata a New York, con protagonisti Ross, Rachel, Monica, Chandler, Phoebe e Joey. Poi Tarses aveva provato a bissare cercando un altro successo anche in  Frasier, che lei stessa aveva lanciato. Dopo tre anni alla guida di ABC Entertainment, lasciò il ruolo a causa di alcune frizioni con i vertici. Successivamente si è dedicata al ruolo di produttore esecutivo di diversi show, facendo fruttare l'esperienza acquisita sul campo nel periodo alla guida di ABC e mettendo la firma su titoli di successo come "Primeval," "My Boys" e "Happy Endings.