A soli 59 anni si è venuta a mnacare la sceneggiatrice Dana Baratta, lasciando un vuoto significativo nella Hollywood televisiva. Il suo nome si associa immediatamente ad una delle serie televisive più famose di sempre, che ha segnato l'immaginario degli adolescenti di tutto il mondo, fu infatti sceneggiatrice e produttrice di ‘Dawson's Creek‘. La sua morte è avvenuta nella giornata di domenica, come riferito dal sito Deadline, secondo cui la donna combatteva da diverso tempo con un cancro alle ovaie.

Gli esordi e il successo di Dawson's Creek

Nata nel Maine, Dana Baratta aveva iniziato la sua carriera nel 1994 con un film dal titolo ‘Andre', per il quale aveva svolto contemporaneamente diversi ruoli, tra cui sceneggiatrice, co-produttrice e assistente al montaggio. Solo quattro anni dopo, nel 1998, aveva iniziato per quella che sarebbe diventata una delle serie di successo degli Anni Novanta, proprio ‘Dawson's Creek', producendo e scrivendo sette episodi della serie, che ha avuto una risonanza mondiale e ha lanciato le carriere di attori come James Van Der Beek, Katie Holmes, Michelle Williams e Joshua Jackson. Eppure, in un'intervista rilasciata a Vanity Fair qualche anno fa, dichiarò che non si sarebbe mai aspettata un riscontro simile: "Siamo partiti un po' in sordina, ma poi pian piano abbiamo spiccato il volo. É stato magico". 

Le altre collaborazioni televisive

Nell'arco della sua carriera ha collaborato sempre in veste di sceneggiatrice ad altre serie televisive, che hanno avuto un certo successo. È stato un co-produttore esecutivo della prima stagione di Jessica Jones della Marvel, progetto per il quale ha scritto anche tre episodi. In seguito sempre come produttrice esecutiva ha preso parte alla realizzazione di TNT Good Behaviour. Alla fine dell'anno scorso, aveva annunciato che avrebbe scritto e prodotto Rules of Magic, una serie prequel di Practical Magic per HBO Max.