7 Giugno 2018
16:30

Miss America abolisce la sfilata in bikini, Patrizia Mirigliani è contraria: “Si mortifica la bellezza”

Nei giorni scorsi, Gretchen Carlson – responsabile del concorso di ‘Miss America’ – ha annunciato di aver abolito le sfilate in bikini. Ritiene che l’evento debba valorizzare il talento, le passioni e le ambizioni delle concorrenti e non limitarsi a giudicarle per il loro aspetto fisico. Patrizia Mirigliani non è d’accordo.
A cura di Daniela Seclì

Nei giorni scorsi, Gretchen Carlson – responsabile di Miss America  – si è detta pronta a rivoluzionare il mondo dei concorsi di bellezza. Dopo lo scandalo molestie e la nascita del movimento #MeToo ha deciso di non fare sfilare in bikini le concorrenti. Ritiene sia prioritario valorizzare la loro essenza e ciò che hanno da dire, anziché giudicarle per come appaiono. Patrizia Mirigliani ha detto la sua in proposito.

Miss America dice addio alla sfilata in bikini

Nei giorni scorsi è stata annunciata un'importante novità nella versione americana del concorso di bellezza. Gretchen Carlson, Miss America 1989 e attuale capo dell'evento, ha spiegato alla ABC di aver deciso di abolire la sfilata in bikini. Il suo intento è quello di dare più spazio all'interiorità delle ragazze anziché ridurre il concorso a una mera questione di aspetto fisico:

"Non giudicheremo più le candidate in base all'aspetto fisico ed esteriore. È una cosa enorme. Non siamo più un concorso, siamo una competizione. Abbiamo sentito tante ragazze dire ‘vorremo far parte del vostro programma ma non vogliamo sfilare in costume e tacchi alti'. Ecco non dovrete farlo più. Ogni candidata interagirà dal vivo con i giudici, racconterà di successi ottenuti e dei futuri obiettivi da perseguire. La vincitrice, per svolgere il ruolo di Miss America, metterà in campo solo talento, passione e ambizione. Miss America rappresenterà una nuova generazione di donne leader focalizzate su borse di studio, impatto sociale, talento e empowerment".

Il commento di Patrizia Mirigliani

Patrizia Mirigliani è stata chiamata a commentare la scelta di Gretchen Carlson. Sulle pagine del settimanale ‘Spy', l'organizzatrice di Miss Italia si è detta contraria. Non ritiene che ‘rivestire' le concorrenti sia il modo giusto per dare un messaggio contro le molestie sessuali. Al contrario, sarebbe una mortificazioni della bellezza femminile:

"Una donna deve essere libera di mostrare il proprio corpo, non costretta a coprirsi per paura di essere violentata. A ‘Miss Italia' i costumi sono sempre contestualizzati. Io sono disposta a qualsiasi cambiamento in meglio in favore delle donne. Ma coprirle per proteggerle non è un messaggio giusto. Anzi trovo che sia una mortificazione della bellezza della donna. A ‘Miss Italia' si sfilerà in costume, se sarà funzionale al periodo e alla stagione. Jessica Notaro mica combatte la violenza coprendosi!".

Miss Italia 2018 omaggia Fabrizio Frizzi con una fascia, Patrizia Mirigliani invita Carlotta Mantovan
Miss Italia 2018 omaggia Fabrizio Frizzi con una fascia, Patrizia Mirigliani invita Carlotta Mantovan
"Fai pena, ti votano perché sei storpia": Chiara Bordi, in gara a Miss Italia, replica agli insulti
Nicola Pisu dopo il GF Vip lascia la tv, ora lavora come elettricista in un'impresa di costruzioni
Nicola Pisu dopo il GF Vip lascia la tv, ora lavora come elettricista in un'impresa di costruzioni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni