Milly Carlucci apre con una certa commozione la nuova edizione di Ballando con le Stelle, per l'esattezza la quattordicesima, ricordando volti e nomi storici del programma che ci hanno lasciati nei mesi scorsi. Si parla naturalmente di Sandro Mayer, per anni giudice della trasmissione che se n'è andato pochi mesi fa, così come Bibi Ballandi, produttore storico scomparso nel 2018. Queste le parole della conduttrice in apertura di programma:

Oggi si riunisce la nostra famiglia, la famiglia del ballo. Sarà una festa, ma purtroppo dobbiamo vedere anche le sedie che quest'anno rimangono vuote – mi dispiace non volevo emozionarmi, ma queste cose fanno male. Quest’anno non abbiamo con noi una persona che ci ha accompagnato per tanti anni e con cui abbiamo condiviso un bellissimo tratto della nostra strada. Sto parlando di Sandro Mayer, il nostro mitico commentatore a bordo campo. Voglio dedicare un saluto affettuoso alla sua famiglia e al direttore che ha raccolto la sua importante eredità. Abbiamo deciso di ritirare il microfono, un po' come si fa con la maglietta dei grandi calciatori, e quest'anno il suo ruolo non ci sarà. L'altro ricordo che devo fare è per il papà di questo programma, che l'anno scorso ci ha lasciato. È Bibi Ballandi. Un bacio affettuoso alla signora Lella.

Se a produrre il programma continua ad essere la società fondata da Bibi Ballandi, nessuno sostituirà direttamente Sandro Mayer. Lo aveva specificato la stessa conduttrice nelle scorse settimane, precisando che quella del giornalista sarebbe stata una figura impossibile da sostituire: "Sandro è unico e nessuno sarà il suo erede, ci sarà un’altra persona che avrà un altro ruolo e che farà altro. Sarà una persona che viene dal giornalismo ma non dalla carta stampata". Per poi continuare:

"Sicuramente ricorderemo Sandro, ma non per cerimonia ma perché Sandro è con noi, è nei nostri cuori. La sua assenza è un dolore enorme, prima come amico e poi come collega all’interno del programma".