Un Cda straordinario è stato convocato nel pomeriggio di venerdì 7 giugno da Mediaset, le ipotesi sul tavolo sono molteplici. Stando a quanto scrive il Corriere della Sera, che cita Radiocor, si parlerà di un riassetto societario che potrebbe portare la sede legale ad Amsterdam, in Olanda. Smentita la possibilità di lanciare una offerta pubblica di acquisto delle azioni di Mediaset Espana, le ipotesi restano legate a notizie sul campo internazionale, data l'acquisizione del Biscione del 9.6% della società tedesca ProsiebenSat 1. Il piano di Mediaset sarebbe quello di trasferire la sua sede legale ad Amsterdam e di attuare una fusione con una società dei Paesi Bassi. Il Corriere della Sera osserva che nei Paesi Bassi, Mediaset ha una società: si tratta della Mediaset Investments che è stata creata nel 2017.

Intanto, il titolo del Biscione corre in Borsa grazie a queste voci: oltre il 2% per Mediaset mentre Mediaset Espana cresce dell'8% prima della sospensione dalle contrattazioni. Si tratta di movimenti, quelli di Mediaset, inseriti nell'ambito di una progressiva trasformazione di tutto il settore televisivo. Dopo la fusione Fox-Disney e Sky-Comcast, Mediaset sogna di creare un grande network generalista. In questo bailamme, c'è la voce in capitolo di Vivendi. La società francese ha il 29% di azioni Mediaset, ma il diritto di voto è pari al 10% avendo una partecipazione anche in Telecom Italia. Inizialmente, Vivendi e Mediaset erano in ottimi rapporti poi la società francese ha tentato di scalare (e scalzare) il gruppo di Piersilvio Berlusconi dalla testa del Biscione. Come finirà questa complessa partita di scacchi? Probabilmente scopriremo un tassello fondamentale tra poche ore, quando sarà terminato il Consiglio d'Amministrazione straordinario, previsto per il pomeriggio a Cologno Monzese.