Ora è ufficiale, Mediaset trasferisce la sua sede legale in Olanda. Il Biscione darà vita a una holding ad Amsterdam (Media for Europe – Mfe) all'interno della quale verranno fuse sia Mediaset che Mediaset Espana. Nelle prime ore del 7 giugno aveva iniziato a circolare la voce del cda lampo convocato proprio per oggi, che ha preso la decisione. L'intenzione, stando alle parole di Piersilvio Berlusconi, è quella di creare un grande broadcast europeo, progetto iniziato mesi fa con l'acquisizione da parte dell'azienda del 9,6% della tedesca Posiebensat1. "Un'eccellenza italiana da cui partirà una sfida europea", ha spiegato Berlusconi, specificando che non vi sarà alcun processo di delocalizzazione:

"Produzione e sede fiscale rimarranno in Italia e Spagna. La scelta olandese è stata fatta perché le regole locali ci consentono di affrontare la metamorfosi del mondo dei media con una stabilità di azionariato e di gestione".

"Un modo – ha poi proseguito – per evitare i problemi di altre aziende italiane, come quelle del settore delle telecomunicazioni dove tutto continua a cambiare ogni due per tre". Il riferimento alla questione Telecom è chiaro e Telecom porta a un'altra questione sostanziale per Mediaset, quella di Vivendi, che possiede una fetta di Telecom, ma soprattutto della stessa Mediaset (29%). I francesi potrebbero opporsi ed avere voce in capitolo in occasione dell'assemblea del prossimo settembre, che dovrà approvare il voto del cda. Se Vivendi dovessero opporsi alla proposta di fusione, potrebbero esercitare il diritto di recesso, tirandosi quindi fuori dalla partita, oppure mantenere la partecipazione nel nuovo gruppo, diluendo la propria forza azionaria.

Piersilvio Berlusconi ha ulteriormente approfondito le ragioni di questa scelta che potrebbe avere importanti conseguenze sulle sorti del gruppo editoriale: "Perché abbiamo trovato nuovo modello operativo e industriale che ci convince. Che porta vantaggi per tutti gli azionisti da subito". Il riferimento è a proiezioni che indicano un importante risparmio entro il 2023 e dividendi aziendali altrettanto consistente.

La notizia della fusione ha normalmente dato uno scossone le borse. Ancor prima che l'operazione venisse ufficializzata, il titolo Mediaset ha chiuso a Piazza Affari con un rialzo del 3%. Altrettanto positiva la curva del titolo di Mediaset Espana, sospeso dopo un paio di ore dall'inizio degli scambi con un rialzo superiore all'8%.