Martedì 5 giugno, Rai1 ha lasciato spazio alla prima puntata dei Wind Music Awards 2018. I protagonisti della musica italiana sono stati premiati all'Arena di Verona. Laura Pausini era tra gli artisti presenti e ha infiammato il pubblico con la canzone E.STA.A.TE. Mescolando sapientemente un ritmo incalzante, la sua splendida voce e una frizzante coreografia ha offerto al pubblico una energica performance. Sembra, però, che qualcuno non l'abbia apprezzata.

Il commento di Massimo Bernardini

Massimo Bernardini, conduttore del programma di Rai3 ‘Tv Talk', ha commentato l'esibizione di Laura Pausini sui social. Ha invitato l'artista ha mostrare più maturità e a smetterla di ammiccare perché ormai è una signora. Ha precisato, però, anche di stimarla molto: "Adoro Laura Pausini, la stimo come musicista e cantante, ma la sua ansia di sembrare up to date a tutti i costi a metà dei quaranta mi delude. È tempo di maturità, di dischi importanti senza compromessi, di cover immortaliamo. Basta ammiccamenti, sei una signora".

La replica di Laura Pausini

La replica della cantante non si è fatta attendere. Laura Pausini ha dichiarato di trovare vergognoso l'appunto fattole da Massimo Bernardini e ha rispedito al mittente tutte le accuse: "Che vergogna leggere una frase del genere da un uomo. Io sono così Massimo. Lo sono in casa come in tv. Canto frasi leggere come più profonde e mature. Mi vesto come una donna di qualsiasi età deve fare, perché è libera di farlo. Senza ammiccamenti. Trovo ingiusto questo commento".

Il chiarimento tra Laura Pausini e Massimo Bernardini

Il confronto tra i due è continuato. Massimo Bernardini ha precisato che parlando di "ammiccamenti" non si riferiva al look da lei esibito durante l'evento musicale, ma al brano lanciato in vista della stagione estiva: "Che vergogna? Da un uomo? Ho sempre ascoltato la tua musica e seguito i tuoi concerti, il mio è un ragionamento critico a caldo mosso da profonda stima. Credo tu debba al tuo talento e al tuo pubblico di più. Parlo di ammiccamenti artistici, di repertorio. Di vestiti non so nulla". Laura Pausini gli ha fatto notare che nel suo repertorio non mancano brani impegnati:

"Nel mio repertorio ci sono anche canzoni di grande classe e con messaggi che non ammiccano a nulla, ma cercano un invito alla riflessione. Sei stato leggero a scrivere queste parole pubblicamente visto che ci conosciamo e sai bene che i social portano polemiche. Ascolta il disco".

Il conduttore di TvTalk, allora, ha concluso seppellendo l'ascia di guerra. Ha ribadito la stima che prova nei confronti dell'artista e le ha assicurato che riascolterà il suo album: "Riascolterò di certo il disco, che ho dal giorno di uscita sul mio IPhone. Ma ho la presunzione che la mia insignificante puntura di spillo, di fronte a un’artista dalla carriera imponente come la tua, possa servire. Lasciami sognarti ancora più grande".