Marco Maddaloni è tra gli ospiti della puntata di ‘Verissimo‘ in onda sabato 6 aprile. Il vincitore dell'Isola dei famosi 2019 ha parlato dell'esperienza televisiva che si è appena conclusa. Alla gioia della vittoria si è contrapposto il dolore per la morte della nonna. Oggi, il judoka sente il rimpianto di non averla vissuta abbastanza perché era continuamente in viaggio:

 “Sono il terzo figlio di una famiglia di campioni. Con i miei fratelli ci allenavamo tantissimo, 8-9 ore al giorno e poi andavamo in Giappone e in Corea per mesi e non mi sono goduto molto mia nonna. Sull’Isola, dove hai poco da fare, pensi a tutte queste cose. Però, prima di partire le ho fatto conoscere mio figlio e l’ho salutata. Questa cosa mi ha tranquillizzato. La sua morte mi ha insegnato molto: da adesso in poi dedicherò un po’ più di tempo a ogni persona a me cara”.

Le scuse alla madre

Marco Maddaloni ha raccontato che sull'Isola ha avuto anche modo di riflettere sul suo rapporto con la madre. Ha riconosciuto di averla trascurata e di non essere stato disponibile con lei quando magari gli chiedeva di fare un gesto semplice come ad esempio andare al mercato insieme. Le ha scritto una lettera e le ha chiesto di fargliela rileggere quando si ritroverà a sbagliare per l'ennesima volta:

“Il mare ha portato sulla spiaggia una penna e ho scritto una lettera a ogni mio parente. In quella per mia mamma la parola che ho utilizzato di più è stata ‘scusa’. ‘Scusa’ per ogni volta che l’ho trascurata, che non le ho risposto al telefono, per ogni volta che non ho trovato un momento per andare al mercato con lei. La lettera gliel’ho regalata, dicendole di farmela rileggere ogni volta che commetterò gli stessi errori”.

La vittoria all'Isola dei famosi 2019, dalla strategia al sogno

Marco Maddaloni è riuscito a sbaragliare tutti i concorrenti aggiudicandosi la vittoria all'Isola dei famosi 2019. Il judoka è apparso ancora incredulo. Ha ammesso che l'esperienza non è stata facile, tuttavia è felice dell'entusiasmo con il quale è stato accolto dagli spettatori una volta tornato in Italia. Sono tanti coloro che si sono complimentati con lui:

Sto vivendo un sogno. Vedere la gente che mi applaude significa che ho trasmesso qualcosa. Sono sorpreso perché sull’Isola non hai la cognizione di quello che sta arrivando a casa. È stato un viaggio veramente tosto, bello, brutto e difficile, fatto di discese e salite. Nella mia vita ho vinto qualche cosa ma non ho mai avuto tutto questo: quando ho vinto l’Europeo di Judo c’era un solo trafiletto sull’ultimo giornale d’Italia. Dopo questo trionfo, quando sono tornato a Napoli, tre macchine si sono fermate e mi hanno ringraziato. E non so nemmeno il perché”.

Marco Maddaloni è stato a volte criticato perché non prendeva una posizione durante le numerose liti avvenute tra i naufraghi. Lo sportivo ha svelato che il suo comportamento non era affatto dato dall'assenza di spina dorsale ma da una precisa strategia che prevedeva di non schierarsi: “Verso la settima settimana ho deciso di togliermi da tutte queste dinamiche, ho iniziato a non fare più gruppo, ma a gustarmi le persone singolarmente. Non ho seguito le loro strategie ma ho fatto la mia”.