Marco Liorni sarà il conduttore di "Reazione a Catena", questa è l'indiscrezione che circola in queste ore in seguito a un'anticipazione lanciata da TvBlog. Il conduttore di "Italia Sì" dovrebbe sostituire alla guida del quiz estivo pomeridiano Gabriele Corsi, che nonostante i buoni risultati della scorsa edizione sarebbe destinato a lasciare il posto al collega.

L'approdo di Marco Liorni nel pomeriggio di Rai1 rappresenterebbe in qualche maniera una rivincita, una sorta di risarcimento per lui, dopo l'anomalo e inspiegabile trattamento a lui riservato dall'azienda nella scorsa stagione. Dopo la fine dell'esperienza a "La Vita in Diretta", dove Liorni si era conquistato l'affetto e la stima del pubblico, fu annunciato con largo anticipo il subentro di Tiberio Timperi al suo posto. A quel punto si pensò che Liorni sarebbe stato destinato a "L'Eredità", poi affidato a Flavio Insinna, oppure a "Reazione a Catena", per mettergli a disposizione un programma che potesse rappresentare un presupposto di evoluzione per la carriera. Così non fu e per settimane si parlò di un Liorni pronto a uscire dall'azienda. Incomprensioni che lui stesso ha poi confermato.

Poi si è trovato un accordo su "Italia sì", progetto che lui stesso aveva proposto, destinato allo spazio complesso del sabato pomeriggio, dove la concorrenza di "Verissimo" pare decisamente muscolare. Ma anche in questo caso Liorni ha saputo tirare fuori un programma piacevole e in grado di polarizzare l'attenzione pubblica, riuscendo a stare il passo con i temi più trattati della settimana, vantando peraltro una "giuria" composta da tre personaggi diversamente popolari: Mauro Coruzzi, Rita Dalla Chiesa e Elena Santarelli. Se dovesse essere confermato questa anticipazione, Liorni terminerebbe il suo impegno a "Italia sì" per poi spostarsi sul quiz amatissimo dal pubblico, da anni alternativa estiva a "L'Eredità".