Mara Venier torna con Domenica In ma lo fa con tutta la cautela del caso. Lo racconta in un’intervista rilasciata a La Stampa cui fa sapere di averci pensato a lungo prima di decidere di tornare in onda. Avrebbe accettato di riportare in tv la sua trasmissione solo per rispetto nei confronti degli spettatori, per provare a regalare al pubblico a casa qualche ora di svago, più che mai necessaria in un momento buio come questo:

Torno in tv, penso sia giusto. Non sarà facile ma ci provo, anche se non voglio nascondere che in questo momento mi sento molto fragile. L’azienda mi ha fatto scegliere, mi ha detto “Mara, decidi tu”. Ci ho pensato e alla fine ho deciso di riprendere anche se ho paura.

Le difficoltà di Mara Venier

Mara non ha nascosto di essere molto turbata: “Sono giorni che non esco di casa e non dormo, le notizie sono terribili e non si riesce a vedere la luce i morti sono così tanti”. Poi anticipa che la prossima puntata di Domenica In potrebbe durare meno di quanto faccia di solito:

Non posso garantire che il programma durerà tre ore e mezzo come sempre, è un tentativo. Io ci metto tutta la volontà di essere in onda per tenere compagnia al pubblico che mi vuole bene.

Domenica In sospeso per una sola puntata

È durata solo una settimana la sospensione di Domenica In. Il contenitore domenicale condotto da Mara Venier era stato temporaneamente fermato prima che la presentatrice ne annunciasse il ritorno. La puntata di domani andrà in onda a porte chiuse, senza pubblico in studio: “Al momento siamo io e il mio direttore di orchestra senza band. Credo sia giusto, tutto lo staff è dotato di mascherine, guanti e si attiene alle norme igienico sanitarie; pensi che io domenica scorsa ne avevo una decina, compreso Sileri, che solo sabato per citarne unico si è scoperto positivo, per fortuna era già in quarantena, ma confesso lo spavento c'è stato, lo scoprivo lunedì. Comunque per questa domenica qualcosa ci inventeremo il pubblico ha bisogno di un po' di leggerezza, di distrarsi da casa, ce la metterà tutta la vostra zia Mara, ve lo prometto”.