Mara Venier non è riuscita a trattenere la commozione durante la puntata di Domenica In del 25 ottobre. La conduttrice, regina assoluta della domenica di Rai1, ha salutato e ricordato l'amcio Gianni Dei, attore e cantante scomparso pochi giorni fa, precisamente il 19 ottobre, all'età di 79 anni. Non a caso sette giorni fa la presentatrice aveva dedicato spazio a Dei due giorni prima della morte, augurandogli di rimettersi quanto prima. Queste le parole della conduttrice, che ha lanciato un filmato dedicato a Gianni Dei con le lacrime agli occhi:

“Domenica scorsa avevo salutato il mio amico Gianni, pensavo lui mi stesse guardando e ho cercato di fargli coraggio. Lui non mi stava guardando e lunedì mattina se ne è andato. Lo voglio ricordare così!”

Quindi il filmato, che ha ripercorso la carriera dell’artista ricordando ai telespettatori alcuni dei suoi successi, come Ti ricorderai di me, unito alle immagini dell'attore insieme a Mara Venier. I due erano amici da più di 30 anni ed era stata proprio lei a dare notizia del decesso con un posto pubblicato su Instagram: “Gianni è stato il mio amico del cuore per trentacinque anni e mi mancherà tantissimo- ha detto la conduttrice in diretta – Voglio mandare un abbraccio con tutto il mio amore ad Alberto Lucci, che è stato il suo meraviglioso compagno per trentacinque anni”. 

La carriera di Gianni Dei, tra film e musica

La carriera di attore di Gianni Dei inizia dopo la licenza liceale, quando da Bologna decide di trasferirsi a Roma e dà inizio all'attività con un piccolo ruolo in Via Margutta di Mario Camerini. Seguiranno decine di film da caratterista, in tutto 43, di genere comico, commedia all'italiana, commedia erotica all'italiana, musicarelli, thriller, poliziotteschi. Negli anni Duemila è apparso in alcuni documentari tutti incentrati sulla storia del cinema italiano, tra i quali Paura: Lucio Fulci Remembered – Volume 1 del 2008 e Not Quite Hollywood: The Wild, Untold Story of Ozploitation!, sempre nel 2008, anche questo realizzato interamente grazia all'aiuto di materiale di archivio.

Quanto alla carriera musicale, tra il 1988 e il 1994 escono a suo nome cinque 33 giri, da Lista d'attesa del 1988 a Inflazione amerikana pubblicato nel 1989, passando per L'angelo di Hitchcok, anno 1991 e ancora nel 1993 Fragole e champagne. Risale al 1994 Nessuno è imbattibile.