Mara Venier si è raccontata sulle pagine di Tv, sorrisi e canzoni. La conduttrice, al timone di Domenica In, ha raccontato come sarà il suo Natale. Ha spiegato che come la maggior parte degli italiani, fa fatica a calarsi nell'atmosfera delle feste. Ha il timore di ammalarsi, dunque spera che quest'anno sotto l'albero possa trovare un vaccino.

Mara Venier e il Natale ai tempi del Covid

Sono tante le persone che per provare a combattere il clima pesante di questi giorni, hanno deciso di addobbare l'albero di Natale con largo anticipo. Mara Venier, però, non è tra quelle. Si aspetta che le feste natalizie siano caratterizzate dal giusto senso di responsabilità e, soprattutto, da un vaccino che permetta all'Italia di rifiatare dopo la pandemia:

"Non ho ancora fatto l'albero, l'atmosfera non la sento. Sarà un Natale diverso sì, ma di responsabilità prima di tutto. Il regalo che vorrei sotto l'albero è un vaccino, una cura, perché ho paura di ammalarmi. Quando il mio nipote più piccolo, Claudietto, viene a trovarci e guardiamo i cartoni insieme, mio marito Nicola e io mettiamo la mascherina, manteniamo le distanze, apriamo le finestre. Le decorazioni le metterò per lui, che ha tre anni: qualche lucina qua e là e i Babbi Natale che ballano e cantano. I bambini hanno bisogno di allegria".

Come sceglie gli ospiti di Domenica In

Mara Venier, poi, ha parlato anche del programma Domenica In con il quale tiene compagnia agli spettatori nel weekend di Rai1. Ha svelato che tra gli ospiti che intervista ogni settimana, non manca chi si propone da solo: "E qualche volta diciamo di no". Poi, per scegliere chi portare in trasmissione, si confronta con la responsabile casting: "Lei mi fa un po’ di nomi e io dico sì o no: invito solo chi mi piace". Infine, gli ultimi dettagli prima della diretta: "Lavoro sui personaggi, leggo molto su di loro. Poi chiedo alla mia squadra di autori di trovare i filmati. Ormai sanno esattamente che cosa voglio, mi capiscono al volo. E questi video li guardo uno o due giorni prima di andare in onda".