Manuel Bortuzzo potrebbe tornare a camminare. Il giovane nuotatore ferito in una sparatoria, da allora costretto su una sedia a rotelle, è intervenuto come ospite a Che tempo che fa nella puntata di domenica 3 novembre. Ancora una volta ha mostrato tutto il suo coraggio e la sua positività, svelando particolari inediti sul suo stato. E pensare che il ragazzo è sopravvissuto per miracolo, o più precisamente "per soli 12 millimetri". Con molta ostinazione, sta continuando la sua terapia di riabilitazione ed esiste la possibilità che possa tornare a camminare.

Manuel Bortuzzo a Che tempo che fa

Manuel Bortuzzo ha deciso di raccontare la sua esperienza in un libro ("Rinascere. L'anno in cui ho ricominciato a vincere"). Promessa del nuoto agonistico, il 3 febbraio 2019 (scambiato per un altro) venne colpito da colpi d'arma da fuoco a Roma mentre si trovava davanti a una tabaccheria con la fidanzata. I colpevoli Daniel Bazzano e Lorenzo Marinelli sono stati condannati a 16 anni di carcere al termine del rito abbreviato. Il giovane triestino ha svelato da Fabio Fazio di essere vivo per puro caso:

Se il proiettile avesse colpito 12 millimetri più in basso, avrebbe colpito l'aorta addominale e avrei avuto 90 secondi di vita. Per 12 millimetri sono qua. Rileggendo questo libro mi sono accorto che non sono cambiato, sono rimasto quello che ero prima. La prima volta in cui sono tornato in piscina è stato molto forte. Era quella la mia paura più grande.

La lesione non è completa, Manuel Bortuzzo può tornare a camminare

La notizia più bella è che ci sono speranze di recupero per Manuel. A differenza di quanto diagnosticato inizialmente, "la lesione midollare non era completa". "Una notizia pazzesca", ha sottolineato Fazio, spiegando che "con molta tenacia" il ragazzo potrebbe tornare a camminare.

Questa è una notizia pazzesca, sì, che in questi nove mesi ho voluto tenere per me. Quando si tratta di questioni mediche, su cui non si è sicuri, è sempre meglio andarci cauti. In questo libro ho però voluto annotare tutti i miei progressi. Mi ero dato 10 anni per tornare a camminare. Se ce la posso fare? Questo è quello che sto facendo, niente di più niente di meno.