La notizia dell'ictus che ha colpito Luke Perry è stata un vero shock per i fan di tutto il mondo. L'attore 52enne noto soprattutto per il ruolo di Dylan McKay in Beverly Hills 90210, è stato ricoverato d'urgenza nella mattinata del 27 febbraio e le sue condizioni rimarrebbero serie. Nell'ondata d'affetto manifestata da tantissimi amici e colleghi del mondo dello spettacolo americano, è particolarmente commovente l'augurio di Sharon Stone, che nel suo passato ha dovuto affrontare gravissimi problemi di salute. La diva di Basic Instinct è sopravvissuto a un'emorragia cerebrale e a un infarto e, nel corso di un evento benefico organizzato a Los Angeles dal Women’s Cancer Research Fund, ha espresso il suo sostegno a Perry:

Gli auguro tutto il meglio, perché si può tornare indietro anche quando finisci nel baratro, ci si può riprendere dalle cose peggiori, e io sono qui per dimostrarlo.

Come sta Luke Perry

Intanto, è silenzio assoluto sulle condizioni di Luke Perry. Dopo la notizia del ricovero in ospedale dell'attore di Beverly Hills 90210, molte indiscrezioni si sono diffuse sul suo stato di salute. Poche le certezze: Perry è stato trovato cosciente dai paramedici e, ad alcune ore, dall'annuncio dell'ictus risultava in terapia intensiva e sotto sedativi. La voce di un coma farmacologico è stata smentita ed è stato dichiarato che la star risulta "sotto osservazione" in un ospedale di Los Angeles. I colleghi di Beverly Hills 90210 e di Riverdale – la serie in cui sta attualmente lavorando – sono rimasti sconvolti dall'accaduto. Per una triste circostanza, la notizia dell'ictus è arrivata proprio nelle ore in cui è stato rilasciato il teaser della nuova stagione di Beverly Hills 90210: un progetto in cui Perry doveva essere coinvolto solo per pochi episodi.

Sharon Stone e l'emorragia cerebrale che la ridusse in fin di vita

Sharon Stone è la testimonianza vivente che è possibile riprendersi dopo gravi problemi di salute. Era il 2001 quando la star rischiò la vita a causa di un'emorragia cerebrale subaracnoidea, una forma di ictus che normalmente porta alla morte la metà dei pazienti e causa spesso danni neurologici o cognitivi. Per nove giorni lottò tra la vita e la morte, riportò problemi di memoria e temette di non tornare più quella di prima. In seguito, la Stone parlò di una vera e propria esperienza di pre-morte, in cui vide alcuni cari defunti: "Ha toccato così profondamente la mia vita che non sarà mai più la stessaOra non ho paura di morire". Nel 2004, l'attrice si riprese inoltre da un infarto. Nonostante tutto, oggi conduce una vita normale e nel pieno delle forze: la Stone non ha mai smesso di recitare e il 10 marzo festeggerà 61 anni.