5 Settembre 2015
13:44

MacGyver diventa un verbo sull’Oxford Dictionary, a 30 anni dalla mitica serie tv

Il prestigioso vocabolario inglese ha coniato il verbo “To MacGyver”, che significa “fare o riparare qualcosa in modo improvvisato o con inventiva, facendo uso di qualunque oggetto a portata di mano”. Una bella soddisfazione per i tanti fan che rimpiangono la mitica serie tv nata proprio 30 anni fa.
A cura di Valeria Morini

Chi, negli anni 80, non ha mai sognato di essere come MacGyver, l'eroe dell'omonima serie tv cui bastava un tubo, una graffetta e del nastro isolante (oltre all'inseparabile coltellino svizzero) per costruire un'arma letale? L'ingegnosissimo eroe interpretato da Richard Dean Anderson non è mai stato dimenticato, tanto che "MacGyver" è diventato addirittura un verbo, coniato recentissimamente dal blasonato Oxford Dictionary. "To MacGyver", come recita il vocabolario britannico significa "to make or repair something in an improvised or inventive way, making use of whatever items are at hand", ovvero "fare o riparare qualcosa in modo improvvisato o con inventiva, facendo uso di qualunque oggetto a portata di mano".

MacGyver cult degli anni 80: tutte le curiosità sulla serie

Prodotta per sette stagioni dal 1985 al 1992, la serie è stata un successo anche in Italia, dove le infinite repliche su Italia 1 hanno fatto per anni la gioia dei fan. Merito del carisma del protagonista, personaggio decisamente insolito in un immaginario anni 80 popolato da eroi forzuti e poliziotti dal grilletto facile. MacGyver è un tenero di cuore e dall'animo solitario, che ha in orrore l'uso delle armi da fuoco e preferisce utilizzare le sue infinite conoscenze di fisica e chimica o, al massimo, i pugni. Ex agente governativo, lavora per la Phoenix Foundation ed è una specie di mix tra un James Bond in abiti casual e un Robin Hood sempre pronto ad aiutare chi ha bisogno.

Tante sono le curiosità sulla serie che forse per anni sono sfuggite al pubblico. Per esempio, chi ricorda che tra i produttori esecutivi (insieme a John Rich) figurava Henry Winkler, alias il mitico Fonzie di "Happy Days"? Inoltre, il poco affascinante nome di battesimo del protagonista, Angus, viene rivelato solo in un paio di episodi in tutta la durata del telefilm, mentre l'attore Dana Elcar, interprete del suo capo e grande amico Pete Thornton, era malato di glaucoma fino a diventare cieco (proprio come il personaggio). Michael Des Barres, invece, che impersonava l'acerrimo nemico Murdoc, crudele assassino dall'apparente immortalità, ha recentemente rivelato di essere stato minacciato di morte via Internet.

Che fine ha fatto Richard Dean Anderson?

Dopo la conclusione della serie, Richard Dean Anderson è tornato vestire i panni dell'eroe in due film per la tv, "MacGyver e il tesoro perduto di Atlantide" e "MacGyver: il Giorno del Giudizio" (privi però dell'indimenticabile sigla, non utilizzabile per problemi di diritti). Anderson ha successivamente recitato in un'altra serie di discreto successo, "Stargate" (e nei suoi vari spin off), interpretando lo stesso ruolo che Kurt Russell aveva nell'omonimo film. L'ultima sua apparizione risale al 2013, come guest star nella parte di se stesso in una puntata di "Non fidarti della str**** dell'interno 23".

Morta Yvonne Craig, addio a Batgirl nella mitica serie tv
Morta Yvonne Craig, addio a Batgirl nella mitica serie tv "Batman" degli anni 60
A 20 anni dalla serie tv
A 20 anni dalla serie tv "Hercules": quando la mitologia greca era kitsch (FOTO)
Breaking Bad è nella storia: i cimeli della serie tv nel museo più grande del mondo
Breaking Bad è nella storia: i cimeli della serie tv nel museo più grande del mondo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni