La showgirl Laura Forgia è tornata in televisione, dopo aver lasciato il programma mattutino I Fatti Vostri e dopo una breve parentesi in Mediaset, è stata tra le ospiti del programma condotto da Eleonora Daniele, Storie Italiane, dove ha parlato di una situazione piuttosto delicata che ha vissuto non troppo tempo fa. È stata, infatti, vittima di stalking.

Il racconto di Laura Forgia

Nella puntata di martedì 26 novembre, Laura Forgia ha raccontato della vicenda che l'ha vista protagonista quando era ancora una delle professoresse de "L'Eredità", insieme alle sue colleghe Ludovica Caramis, Francesca Fichera ed Eleonora Cortini. La giovane è stata vittima di stalking e questo tormento l'ha accompagnata per circa un anno e mezzo. Non ne aveva mai parlato in televisione, ma ha deciso di raccontare questa vicenda ai microfoni di Storie Italiane, per poter infondere coraggio a tutte le donne che si sono trovate a subire un trauma simile e che non sapevano come superare questa angosciante esperienza che hanno vissuto sulla propria pelle. Al tempo in cui lavorava in Rai, Laura Forgia ha vissuto un vero e proprio incubo dal quale non è stato facile uscire, ma con determinazione e coraggio ha cercato di farsi forza. La showgirl ha raccontato nel dettaglio cosa è accaduto in quel periodo, spiegando come si è resa conto che un uomo aveva iniziato a perseguitarla, ma compresa l'entità delle cosa, la modella ha subito denunciato l'accaduto:

Era il mio primo anno di esperienza televisiva, facevo le registrazioni de “L’Eredità” e all’uscita mi sono trovata davanti questo ragazzo incappucciato. Tutti i giorni era lì. Lui sapeva perfettamente dove lavoravo, a che ora finissi, poi ho saputo che veniva da Bergamo, tutti i giorni prendeva l’aereo. Si appostava, mi seguiva, mi chiamava per nome per dirmi che voleva parlarmi. Quando ho capito che stavo diventando preda ho deciso di denunciare. Purtroppo all’inizio i carabinieri mi risposero che gli elementi non erano sufficienti per intervenire. Lui ogni giorno di più prendeva spazio, è arrivato a capire dove abitassero i miei genitori. Così ho raccolto tutti i dati possibili per dimostrare questa situazione ai carabinieri e ho denunciato. Dopo qualche giorno quella persona non l’ho mai più vista e io mi sono liberata di un incubo“.

Un messaggio per le ragazze che

Il motivo per cui ha deciso di parlarne in televisione è semplicemente per divulgare un messaggio di supporto e di forza per tutte quelle ragazze che hanno paura di denunciare, che si sentono sole, che avrebbero bisogno di un aiuto: "Io volevo dare un senso a quella cosa che mi era successa. Tante ragazze, tante donne, si confrontano con me chiedendomi cosa mangio, cosa cucino, ma molte mi raccontavano di essere state vittime di violenze e stalking e io mi sono resa conto che intorno a loro c’era veramente tanta solitudine".