Lory Del Santo è intervenuta nella puntata odierna di Mattino 5, per raccontare la sua esperienza al Grande Fratello Vip a poche ore dalla finale che incoronerà il vincitore. Il suo percorso è stato certamente diverso da quello di ogni altro concorrente nella storia del reality. L'attrice vi è entrata a pochi mesi dalla morte del figlio Loren, e la permanenza nella Casa è stata per lei una vera e propria terapia. Ora, è pronta ad affrontare il futuro con ottimismo.

Ci deve sempre essere la speranza, uno spiraglio da cui entra un po' di luce. Altrimenti sarebbe tutto un fallimento e non può esserlo. Siamo privilegiati a essere qui. Raccontare può far bene, ascoltare ancora di più. Non posso chiudermi, devo aprire il cuore.

L'importanza di parlare del figlio Loren

Nel ripercorrere i momenti più emozionanti nella Casa, comprese le tante lacrime versate per Loren, la Del Santo ha spiegato cosa l'ha spinta a prendere la controversa decisione di partecipare a un reality subito dopo un lutto così grave. Inizialmente, aveva deciso di non rivelare mai al mondo la tragedia, ma questo isolamento la stava portando verso l'autodistruzione. Parlarne pubblicamente, invece, l'ha aiutata molto.

Ho tenuto per me questa faccenda per due mesi, la difendevo anche dagli amici più intimi. Pensavo che la soluzione poteva essere che nessuno al mondo venisse mai a saperlo. Avevo deciso che dovesse essere un mio segreto. Poi il mio sistema è andato in tilt, mi stavo ammalando. Non poter parlare con qualcuno è un'accetta che può far molto male. Ho trovato il coraggio di dirlo, ma ho passato notti insonni per prendere questa decisione. Temevo di non riuscire a parlare, ma fare questo sforzo mi è servito tantissimo. È stato difficile ma è stato importante provarci. Ho cercato di essere forte per dare un esempio, perché è importante dare degli esempi. Nella vita dobbiamo andare avanti, anche se è difficile.

Le parole di affetto di Alessandro Cecchi Paone

Anch'egli presente in studio, Alessandro Cecchi Paone ha voluto esprimere la sua stima nei confronti di Lory, che a suo dire avrebbe meritato di vincere in virtù di un percorso eccezionale: "Ho avuto la fortuna di passare tre settimane con Lory nella Casa, ha gestito la situazione in modo straordinario. Per me la vincitrice morale del GF è lei. Non perché ha avuto una disgrazia, ma per come ha saputo gestirla".

Di cosa soffriva Loren Del Santo

Ieri, a Domenica Live, Lory ha raccontato maggiori dettagli sulla malattia che ha spinto il figlio a togliersi la vita. Quello del ragazzo, morto a soli 19 anni, è stato un dramma che l'ha consumato silenziosamente e di cui nessuno era riuscito a rendersi conto: "Quello che ha fatto non è dipeso dalla sua volontà. Aveva una malattia diabolica. Ho perso ore a pensare a come aveva fatto a non accorgermi di quanto stava accadendo. Non me ne ero accorta io, non se ne era accorto Devin e non se ne era accorto il suo migliore amico. Ho scoperto che esistono malattie insospettabili. Lui non capiva la differenza tra il bene e il male, non aveva la capacità di capire cosa fosse la morte, ci pensava con indifferenza. Ha avuto un peggioramento e aveva sviluppato una doppia personalità. Scriveva certe piccole cose negli angoli, nel suo telefono aveva registrazioni con voci diverse. Lui diventata un’altra persona, persone diverse comandate da qualcuno che gli diceva cosa fare. Chiedeva ai suoi amici come si fa a scomparire, come si fa a tornare a essere una sola persona, invece che due. Subiva come delle ipnosi. Quando tornava Loren non ricordava di essere stato l’altra persona. Attraversava mondi neri senza capire in che modo aveva transitato da una parte all’altra”.