"Quando ci si mette un po' lo stress, si può sbagliare". Si è giustificato così lo psicomago Carlo Fox, esperto in mentalismo e illusionismo, che al TgR Basilicata ha sprecato uno spazio di servizio pubblico per un numero di magia "in cui uso psiche e linguaggio del corpo per indovinare". Parole sue. Peccato che è finito col fare una figura davvero barbina, quella del classica ‘azzeccagarbugli', condito da tanto imbarazzo all'interno dello studio.

Lo psicomago chiede alla conduttrice del TgR Basilicata di immaginare che sia la direttrice di una banca – non si capisce per quale motivo – e di avere nella sua testa dei numeri per un pin. La conduttrice è imbarazzata, lo psicomago è invece palesemente emozionato. Alla fine, dopo un astruso meccanismo e un gioco di somma e sottrazioni dei numeri partendo dal primo immaginato dalla sventurata conduttrice, lo psicomago canna la risposta esatta: "In questi quattro numeri, c'è un numero 3?" "No". "Però l'ultimo numero, è un numero pari?" "No". "Ma il numero che ha pensato è 5647?". "No". A quel punto, la conduttrice taglia corto: "Riuscirà la prossima volta". E lo psicomago Carlo Fox si giustifica: "È colpa dello stress". Già, proprio lo stress.

Chi è Carlo Fox

Ma chi è Carlo Fox, l'appassionato e sgrammatico mentalista? Carlo Fox, da non confondere assolutamente con il più celebre Paolo, si definisce sul suo sito come un esperto "Illusionista, Mentalista, Psico Mago ed Intrattenitore Psichico". In particolare si definisce esperto di "micromagia e mentalismo" dove "la realtà e l’impossibile diventano una cosa sola". Ma, purtroppo, in questo caso una cosa sola è diventata la brutta figura fatta in uno spazio del servizio pubblico usato per il suo sciagurato numero.