Mauro Icardi e Serkan Cayoglu di Cherry Season ospiti di C’è Posta per Te.

Saranno il bomber dell'Inter Mauro Icardi e l'attore turco di Cherry Season Serkan Cayoglu gli ospiti della quinta puntata di C'è Posta per Te, il programma di successo del sabato sera di Canale 5 condotto da Maria De Filippi, Come sempre, il programma ospiterà diverse storie commoventi di riconciliazione e reincontro.


Oriana è stata allontanata dalla figlia, ha perdonato il padre troppo manesco.

Oriana è stata allontanata dalla figlia, ha perdonato il padre troppo manesco

Oriana ha due figli Aleandro e Vanessa, che è sposata con Pierpaolo. La donna non ha più rapporti con la figlia e suo genero perché i figli, diversi anni fa, avevano chiesto alla mamma di lasciare il papà troppo ‘manesco'. La storia raccontata da Maria è quella di una donna chemolte volte, davanti ai suoi figli, ha dovuto sopportare l'aggressività del marito, spesso tornato a casa ubriaco. In particolare racconta del matrimonio di Vanessa dal quale la famiglia venne allontanata proprio per colpa di questo vizio dell'uomo, che si denudò alla cerimonia. L'allontanamento della figlia dalla madre è dipesa dal fatto che Oriana ha deciso, all'improvviso, di perdonare il marito. La sua richiesta di perdono alla figlia comincia così

Ho preferito fare la moglie e non la madre, ma ti prego, non mi privare di te, mi sarebbe piaciuto stare con te, stare con i piccoli, sentirci al telefono ogni tanto.

Parla anche Aleandro, che chiede a Vanessa e Pierpaolo: "Non ho più parole per dirvi quanto vi voglio bene, ma se non sei più mia sorella voglio saperlo stasera". 

Vanessa è delusa dalla madre e dal fratello.

Vanessa è ferita, delusa soprattutto nel comportamento tenuto nei confronti del marito Pierpaolo e per il ritorno del padre in casa. Soprattutto, pare evidente come Oriana abbia una certa sudditanza nei confronti del padre. Ma Oriana scoppia in lacrime, non capendo l'ostilità della figlia, che però motiva così la sua scelta: "Io mi sono sentita abbandonata, ho trovato in mia suocera una madre". Poi Vanessa aggiunge di aver capito che la madre ami più suo padre che lei "perché loro mi creano problemi, ne creano a me e anche a mio marito e la mia famiglia". Dopo una lunghissima discussione il fratello di Vanessa taglia corto: "Vanessa, dai, inutile stare qua a parlare, ci perdoni o no? Se stasera sono qua è per chiederti perdono, se tu non vuoi, per me davvero finisce qua". Ma Vanessa non ce la fa e chiude la busta. Oriana la prende così

Magari un giorno farà appello al suo cuore, un giorno forse mi perdonerà.


Matteo si scusa con la moglie per la sua malattia: “Avrei voluto renderti felice”

Matteo si scusa con la moglie per la sua malattia: “Avrei voluto renderti felice”

Matteo, 22 anni, ha conosciuto Sara su Facebook. La loro è una bellissima storia d'amore, coronata dall'arrivo di un bambino pochi mesi dopo l'inizio della loro relazione. Una notizia, arrivata a 18 anni, che non può che dare gioia alla coppia. La lettera di Matteo per Sara è quella di un marito che vorrebbe "farsi perdonare" il fatto di essere vittima di una sindrome che da qualche anno lo ha costretto a un handicap parziale: "Per colpa di questa malattia non posso lavorare, giocare con mio figlio come vorrei. Io ti chiedo perdono per tutto, perché avrei voluto darci un futuro migliore e una casa, ma ora in quella casa c'è solo pioggia e tu nel tuo cuore avrai solo fulmini".

Matteo racconta la mortificazione di aver dovuto chiedere aiuto a lei e alla sua famiglia, di non poterle dare quello che vorrebbe, oltre che di averla costretta a impegnare le loro fedi per andare avanti. Ma poi si consola: "Meno male che esistono sere come questa, guarda in cima alla scala e gioisci". Scende quindi dalle scale Serkan Cayoglu, che la abbraccia forte e le confessa di essersi emozionato: "L'amore è tutto nella vita, avete una bella storia, siete giovani, è una cosa molto rara e voi due lo meritate. So che avete un figlio, fortunato ad avere due genitori splendidi come voi". Quindi l'attore mostra i suoi regali alla coppia e come primo dono mostra ai ragazzi le fedi per riproporre la proposta di matrimonio, sette pacchi con giocattoli, scarpe, vestiti ed ogni ben di Dio per il figlio Giuseppe, oltre ad un sostegno economico. Matteo abbraccia la moglie che promette di far sentire sempre una principessa e l'attore turco balla con la nonna della ragazza.


Serkan Cayoglu fa un regalo speciale a una coppia innamorata.

Serkan Cayoglu fa un regalo speciale a una coppia innamorata

La prossima storia è quella di un regalo ad una moglie: Serkan Cayoglu, l'attore di Cherry Season. Matteo ha 22 anni, è sposato ed ha un figlio. Vuole chiedere scusa alla donna che ama perché affetto da una sindrome che ne condiziona i movimenti. E le dinamiche familiari. L'attore entra in studio e il doppiatore dal turco finisce subito oggetto di ironia sul web per un accento un po' pronunciato. D'altronde è forse la prima volta che a C'è Posta per Te l'interprete non sia Olga Fernando: globalizzazione e suoi effetti.


Pasquale non crede al padre: “Apro la busta, ma cosa cambia?”. Poi si convince.

Carlo fa di tutto per ricevere il perdono del figlio Pasquale, è convinto dei propri errori, si scusa, ma gli chiede di comprendere quello che ha fatto per i suoi figli, di aver rinunciato a tutto per loro, soldi compresi, di essere stato presente sempre e di non avergli mai fatto mancare nulla. Ma il figlio sembra essere diffidente, non si fida del suo pentimento, non crede all'uomo che crede non abbia fatto il padre fino in fondo. Carlo gli chiede di poter avere un rapporto normale, tra padre e figlio, come quello che hanno sempre avuto eppure il ragazzo sembra avere negli occhi una diffidenza mista all'atteggiamento di chi prova un certo piacere nel vedere il padre prostrarsi per ricevere il perdono.

Maria De Filippi chiede se si possa aprire la busta, ma Pasquale provoca una sorta di stillicidio, mettendo tutto il pubblico in apprensione: "Anche se apro la busta cosa cambia?". L'atmosfera è quasi farsesca, il pubblico incita il figlio a convincersi, "cresci" gli dicono, e Carlo stesso chiede al figlio di accettare solo se veramente convinto. Alla fine Pasquale si convince, scatta l'applauso oltre che l'abbraccio e la storia si conclude per il meglio.


Pasquale vorrebbe fare il nonno, ma suo figlio Pasquale non vuole più vederlo.

Pasquale vorrebbe fare il nonno, ma suo figlio Pasquale non vuole più vederlo

Carlo è protagonista della prossima storia. Da Natale del 2015 non vede il figlio Pasquale e, nel frattempo, è diventato nonno, senza aver partecipato al battesimo del nipote. Il ragazzo non gli perdona di avere un'altra compagna, Patrizia. L'uomo vive da separato in casa dall'ex moglie e continua a vivere lì per non turbare la prole, ma di fatto ha un'altra famiglia e Pasquale ce l'ha con lui anche e soprattutto per aver visto delle foto su Facebook pubblicate dalla compagna di lui insieme ai figli della donna. Pasquale entra in studio con la moglie e rivolge al figlio parole d'amore assoluto, dicendosi addolorato per quanto accaduto, per il fatto di non aver potuto conoscere suo nipote. Ammette di aver sbagliato con lui e la sorella Colomba. Ritiene di essere stato assillante e gli chiede scusa, chiedendo di poterli abbracciare e di poter fare il nonno.

Pasquale contesta al padre di non essere stato abbastanza presente e di aver abbandonato il tetto coniugale senza troppa chiarezza, ma più di tutto ritiene che lui si sia fatto eccessivamente influenzare dalla donna per la quale ha lasciato la moglie, una donna che ha successivamente lasciato, per la difficoltà di non essere accettato dai figli in questa nuova relazione. Carlo prova a spiegarglielo: "Non poteva stare con una persona se i miei figli, che sono la mia vita, non lo accettano". Pasquale tuttavia ritiene che il padre non sia pentito e tra i due c'è una certa freddezza: "Da quando sta con la nuova compagna ha dimenticato i suoi figli, tant'è vero che quando ho chiamato mio figlio come lui ho detto di averlo fatto per il padre che era, non il padre che è". Pasquale non crede al reale pentimento del papà a cui voleva far provare quanto ci si possa sentire soli senza un genitore presente. Il ragazzo si sente messo da parte. Eppure Carlo ribadisce di non essere venuto a litigare

Voglio tornare a giocare alla Play Station con te, prenderti in giro quando il Napoli perde. Voglio tornare a fare queste cose. Ho rinunciato a fare la mia vita per voi, se avessi voluto li avrei tenuti per me i soldi, invece vi ho dato tutto. Io penso che se non mi avessi visto più, se fossi scomparso, saresti stato lì a cercarmi.


Saverio al figlio che ha abbandonato: “In 15 anni mai una telefonata”

Saverio al figlio che ha abbandonato: “In 15 anni mai una telefonata”

La risposta di Saverio, fino a questo momento commosso, è tuttavia aggressiva e accusatoria. Il padre contesta a Massimiliano di non averlo cercato mai: "In 15 anni mai una telefonata, potevano farlo. Ora io sono stato in Romania, ma fino a quando sono rimasto in Italia, incontrandoli per strada non ho mai ricevuto un saluto. Dopo 15 anni è difficile ritrovarsi". Evidentemente Saverio è infastidito, ma la De Filippi afferma di non capire e chiede spiegazioni, prova a fargli intendere cosa sia accaduto e quello che abbia passato Massimiliano in questi anni in cui si è preso cura di sua madre, sobbarcandosi sulle spalle il peso del suo malore, le difficoltà, l'esigenza di recarsi addirittura alla Caritas e quella di dover lasciare la passione del calcio, nonostante le sue capacità. Saverio risponde tuttavia accusando la ex moglie: "Quando stavamo ancora insieme ha cominciato a fare le cose strane, tornavo a casa e non trovavo da mangiare. Sua madre faceva finta di stare male". Parole forti e incomprensibili anche per il pubblico da casa.

Maria De Filippi prova a convincerlo del fatto che, aldilà di tutto, lui non si sia preoccupato del figlio, di come stesse e se avesse bisogno. A quel punto Saverio sembra comprendere di aver commesso un errore e cede rispetto alla posizione contraria che aveva assunto. Convinto dalla conduttrice che il figlio non cerchi soldi, accetta che la busta si apra, per riabbracciare suo figlio.


Massimiliano è stato abbandonato dal padre, dopo anni vorrebbe reincontrarlo.

La seconda storia è quella di Massimiliano, che arriva in studio con Carol, i due stanno assieme. Non vede suo padre Saverio da 12 anni e il ragazzo conosce solo due foto dell'uomo, che al momento si trova all'estero. Vorrebbe riallacciare un rapporto nonostante provi ancora tanta rabbia nei suoi confronti, cacciato di casa dalla madre per i continui tradimenti nel corso degli anni. Massimiliano a 11 anni si sostituisce alla madre nelle faccende di casa e, pur di seguirla, rinuncia alla carriera da calciatore.

La busta viene recapitata all'uomo, che al momento si trova a Bucarest, in Romania ed accetta l'invito. Ad accoglierlo in studio c'è Carol, che premette all'uomo come stiano le cose, raccontando la storia del suo incontro con Massimiliano, ma senza fare nomi fino alla fine del racconto, per poi presentarlo per chi è. Saverio è molto commosso, ma accetta di ascoltare Massimiliano. Il ragazzo esordisce così: "Da quando sono bambino, ogni volta che mi sveglio, mi chiedo perché tutto questo sia successo a me. Tutte le volte che ho cercato qualcuno con cui sfogarmi, con cui piangere, non ho mai trovato nessuno vicino a me. Non ti sei mai chiesto, dopo tutto questo tempo, se stessi bene? Una persona non si dimentica di avere un figlio". Massimiliano è evidentemente arrabbiato con suo padre, ma cerca un punto di contatto, per quanto sia difficile immaginare di perdonare un padre.


Icardi regala a Ciro una fascia da capitano: “Sei un fuoriclasse per quello che fai”

Mauro Icardi entra in studio, parlando a Ciro della sua esperienza, che non è troppo diversa da quanto accaduto a suo padre

Ho conosciuto tua madre e la tua famiglia e ho capito, come si dice nel calcio, che sei un vero fuoriclasse. Sono sicuro che dopo queste grandi difficoltà voi tornerete ad essere felici, tutti insieme. A me è successo qualcosa di simile a te, perché mio padre, quando stava diventando calciatore, è stato costretto a lasciare lo sport per la morte di suo padre ed è andato a fare il macellaio, proprio come te. La tua storia è un po' la mia e il mio consiglio per te è di continuare a fare quello che stai facendo per la tua famiglia. Poi avrai tua moglie e i tuoi figli e darai tutto per loro. Una frase che mi ha sempre detto mio padre è di guardare avanti. Nella vita, a volte, queste cose capitano, ma dobbiamo avere la forza di andare avanti e non mollare.

Il calciatore regala a Ciro una maglia e una fascia da capitano, oltre che un invito per andare a vedere una partita dell'Inter a San Siro con tutta la sua famiglia: "Sei ospite, verrai sul mio palco, avrai aereo e hotel a Milano da parte mia. Vorrei che questo fosse solo un nuovo inizio per voi, per te e tua madre, che è una gran donna per tutto quello che fa". Infine Icardi fa un ultimo regalo a Ciro, assecondando la sua passione per il disegno e facendogli un regalo che gli possa permettere di portare avanti la sua passione: "Spero che da oggi inizi unanuova vita". 


Elisa al figlio: “Non cambiare, sei come tutte le mamme vorrebbero”

Elisa al figlio: “Non cambiare, sei come tutte le mamme vorrebbero”

Elisa parla al figlio con le lacrime agli occhi, confessandogli tutta la stima per il ruolo che ha accettato di avere nella famiglia dopo la scomparsa del padre: "Noi in famiglia, grazie a te,abbiamo un piatto a casa. Tu hai fatto di tutto per prendere il posto di papà e io ti chiedo scusa se qualche volta non ti abbraccio come vorresti. Amore mio, non cambiare, sei il figlio che tutte le mamme vorrebbero, resta come sei e ricordati che io per te cambierò. Un po' alla volta, cambierò".

La conduttrice legge quindi una lettera scritta dalla madre al figlio, articolata alla maniera di Maria e ricca di momenti scenografici ormai tipici della trasmissione. La commozione della donna è tanta, riemergono evidentemente i tristi ricordi degli ultimi mesi di vita del marito, quando pur di prevenire dal dispiacere i figli, e convinta il marito non fosse in pericolo di vita, tenne i figli all'oscuro della situazione: "Quando all'improvviso venne ricoverato di nuovo, io non capivo che stesse per morire".


Elisa fa un regalo al figlio Ciro, orfano del papà che gli aveva fatto amare l’Inter.

Maria De Filippi apre il programma annunciando una storia che è un regalo speciale. Partono quindi le immagini dello stadio Meazza e, subito dopo, i gol di Mauro Icardi. Quindi la conduttrice accoglie in studio il capitano dell'Inter.

La storia è quella di Elisa, che vorrebbe fare un regalo a suo figlio Ciro e alla sua famiglia. Una famiglia felice fino all'ottobre del 2012, quando una mattina il marito avverte un forte dolore al ritorno da lavoro. Lei convince il marito a farsi controllare al pronto soccorso, scoprendo che si tratta di un problema ai polmoni. Suo marito morirà a febbraio del 2013. "Non auguro a nessuno di passare quello che ho passato io" dice lei, descrivendo anche i medici come persone che parlassero arabo. Se avessi capito che il padre sarebbe morto, non avrei tenuto mio figlio Ciro lontano da lui. Non si sente più la donna di prima, che usciva, fceva passeggiate e si godeva la vita. Vorrebbe chiedere scusa al figlio perché non riesce più ad abbracciarlo. Vorrebbe riabbracciare suo figlio che oggi fa lo stesso mestiere del padre, il macellaio. Tutto quello che guadagna lo dà a lei, come un vero padre di famiglia. La vera passione condivisa da Ciro e suo padre era la passione per l'Inter, di cui oggi Icardi è un simbolo.