Dopo che una settimana fa, in piena diretta a “Domenica Live”, Moreno Merlo aveva accusato Paola Caruso di averlo maltrattato di fronte ai giornalisti della trasmissione mentre giravano un video per il programma, Barbara d’Urso ha deciso di trasmettere le immagini di quel momento e dare alla showgirl la possibilità di replicare. “È stata registrata una clip in piscinaaveva detto Moreno una settimana fa “mi insultava, imprecava. Ci sono le registrazioni. C’è una scena in cui cerco di tirare su il bambino e le chiedo di darmi una mano. Lei ci prova, bagna l’asciugamano e comincia a imprecare contro di me. imprecazioni anche blasfeme di fronte al bambino”.

Il video della lite tra Moreno e Paola Caruso

Lui ha detto che tu lo trattavi sempre male e mi ha chiesto di farmi dare dai miei giornalisti il video con le immagini in piscina. Me le sono fatta dare, le ho viste e per correttezza le faccio vedere anche a casa” ha spiegato la D’Urso prima di trasmettere il filmato in questione che mostra la Caruso e Moreno discutere proprio durante una pausa della registrazione della clip in questione. Paola ha commentato: “Tutte le coppie litigano. Un conto è parlare di un litigio, un altro è dire che lo tratto male. Ma di cosa parliamo? Io sì, ho un brutto carattere ma sono una persona provata dalla vita. Se ho un brutto carattere, alzi i tacchi e te ne vai fin dall’inizio”.

Caruso accusa l’ex, sarebbe stato interessato ai suoi soldi

In studio, Paola ha dichiarato di essersi occupata anche economicamente di Moreno: “Le fatture erano tutte a nome mio. Io gli pagavo la palestra, le cene nei ristoranti, i treni, le spa, pagavo tutto io”. Una situazione che si sarebbe ripetuta con la madre dell’ex tentatore di “Temptation Island” cui la Caruso avrebbe comprato alcuni capi di abbigliamento:

Della mamma io non volevo parlare ma mi trovo costretta a chiarire una situazione. Per il battesimo di Michele siamo andate a fare shopping insieme. Le avevo comprato un vestitino uguale al mio ma quando siamo andate alla cassa a pagare, con lei che aveva preso diverse altre cose, ha detto di non avere la sua carta di credito e sono stata io a spendere una cifra ingente per lei. Per il battesimo di Michele siamo andati a prendere gli abiti in un negozio importante di Milano che ce li ha regalati. La madre voleva andare nello stesso negozio e ma chiedeva che fossi io ad accompagnarla. Si è risentita quando non ci sono andata. Tutto era dovuto. Come se fosse giusto che io le comprassi i vestiti o li portassi a cena entrambi.