"Curon" è uscita il 10 giugno su Netflix e da allora è rimasta stabilmente in prima posizione tra le più viste in Italia. E non solo. La serie tv con Valeria Bilello, Anna Ferzetti, Federico Russo, Margherita Morchio e Luca Lionello si è piazzata tra le più viste anche in Germania e nel mercato latino-americano, come hanno mostrato festanti gli stessi attori sui social network. "Curon" ha conquistato anche la critica americana. "Decider", nella sua consueta rubrica "Stream it or skip it", l'ha promossa a pieni voti. La serie, qui la nostra recensione, mette insieme vari generi: dal soprannaturale al thriller psicologico, dal teen drama all'horror. Qualcosa di inedito per il catalogo Netflix legato alle produzioni italiane.

La serie tv ha acceso i riflettori su Curon Venosta

La serie tv, scritta da Ezio Abbate, Ivano Fachin, Giovanni Galassi e Tommaso Matano, e diretta da Fabio Mollo e Lyda Patitucci, ha avuto anche il pregio di accendere i riflettori su Curon Venosta, affascinante cittadina in provincia di Bolzano, e sul suo campanile al centro del Lago Resia. Terra meravigliosa ben esaltata dalla macchina da presa e da una narrazione che al tiene simbolicamente sempre al centro, in maniera costante.

Curon ha rilanciato anche Federico Russo

Tra i protagonisti della serie tv, "Curon" rilancia anche Federico Russo, nome legato principalmente a una serie generalista molto amata, "I Cesaroni". Diventato famoso per il personaggio di Mimmo, il figlio di Giulio Cesaroni interpretato da Claudio Amendola, Federico Russo nella serie è Mauro, protagonista legato insieme alla sua sorella gemella Daria (Margherita Morchio). Si ritroveranno al centro delle misteriose vicende segrete che si dipanano dietro l'apparente tranquillità della cittadina. Nel cast, oltre ai già citati protagonisti spiccan anche Alessandro Tedeschi (Albert), Juju Di Domenico (Miki), Giulio Brizzi (Giulio), Max Malatesta (Ober) e Luca Castellano (Lukas).