Cambia il regolamento de ‘L'eredità‘, il seguitissimo quiz di Rai1 darà un'opportunità in più ai campioni in carica. Lo ha annunciato Flavio Insinna nel corso della puntata trasmessa martedì 19 marzo. Il conduttore ha spiegato che i concorrenti più meritevoli avranno modo di giocarsi una nuova chance dopo l'eventuale eliminazione. Ma vediamo qual è il meccanismo.

I requisiti per acquisire una ‘vita'

Il meccanismo per ottenere questa possibilità in più è molto chiaro anche se solo alla portata dei concorrenti più preparati. Per prima cosa, il concorrente deve essere in grado di superare tutte le prove e dunque, compiere l'intero percorso della trasmissione fino al gioco finale de ‘La ghigliottina'. Inoltre, deve riuscire ad arrivare al gioco finale per sette giorni consecutivi. Così, si attesterà per sette volte ‘Campione'. A questo punto, anche se non dovesse indovinare la parola misteriosa e dunque non portarsi a casa il montepremi, acquisirà una vita.

Come usare la ‘vita' acquisita

Ma a cosa serve la vita acquisita? È presto detto. Se dopo almeno sette giorni di seguito, il campione dovesse essere eliminato, acquisirebbe la possibilità di presentarsi di nuovo in studio il giorno successivo, rimettendosi in gioco. Dunque, parteciperebbe nel ruolo di sfidante e avrebbe un'altra chance di tornare a essere campione. In caso di un'ulteriore eliminazione ovviamente, in questo caso, sarebbe definitiva.

Lo scopo del nuovo regolamento

Sebbene alcuni sospettino che questo sia solo uno stratagemma per tenere in gara i concorrenti più amati dagli spettatori, lo scopo che è stato comunicato da Flavio Insinna sembra essere molto più nobile della logica degli ascolti. Il conduttore ha spiegato che si è deciso di modificare il regolamento per valorizzare i concorrenti più meritevoli: “Rafforziamo ancora di più il vostro ruolo”.