7 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Le Iene boom: Elisabetta Canalis smentisce Klaus Davi, su Clooney solo scoop fasulli

Elisabetta Canalis, coadiuvata da Le Iene, smentisce gli scoop bufala del giornalista ed esperto di comunicazione Klaus Davi circa il rapporto con George Clooney. Dietro le news, solo una trovata pubblicitaria.
A cura di Stefania Rocco
7 CONDIVISIONI
Immagine

Ricordate la news relativa al presunto matrimonio tra George Clooney ed Elisabetta Canalis? L’evento, come in molti ricorderanno, si sarebbe dovuto tenere su una prestigiosa nave da crociera, affittata dagli sposi per stupire amici e parenti intervenuti per l’occasione.

Forse qualcun altro, invece, ricorderà la presunta crisi, sempre attribuita alla coppia, nata dalla passione di George per il poker online. Bene. Tutte queste notizie, secondo un servizi
o realizzato da Elena Di Ciocco per Le Iene sarebbero totalmente falsi. A organizzare gli scoop bufala sarebbe un noto esperto di comunicazione spesso in tv, conosciuto come Klaus Davi. A smentire l’uomo, che utilizzerebbe l’immagine di personaggi molto noti al fine di richiamare l’attenzione del pubblico su un determinato prodotto da lui pubblicizzato – vedesi il marchio di navi da crociera e quello a cui fa capo il sito di poker on line -, è scesa in campo addirittura Elisabetta Canalis per, per l’occasione, si è prestata a raccontare qualcosa sul suo chiacchieratissimo rapporto con il divo di Hollywood pur di punire il fantasioso giornalista. Elisabetta, in videoconferenza perché all’estero, ha smentito categoricamente di aver mai pensato a celebrare un presunto matrimonio su quella determinata nave da crociera anche perché la compagnia rappresentata da Davi, non sarebbe quelle solitamente scelta dalla donna. Come se non bastasse, anche la storia del poker sarebbe inventata di sana pianta: pare, infatti, che Clooney non sappia nemmeno giocare a carte.

La Di Ciocco, dopo averci visto chiaro grazie alle spiegazioni di Elisabetta, ha deciso d’incontrare Klaus al fine di ottenere una spiegazione che però, guarda caso, non è arrivata. L’uomo si è limitato a riferire di aver sempre riportato la verità, secondo come gli era stata raccontata. Non a caso, secondo lui, non si sarebbe mai trovato a fare i conti con nessun tipo di denuncia. Da cha parte sta, allora, la verità?

Stefania Rocco

7 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views