Nel corso della puntata del Maurizio Costanzo Show dedicata a Mike Bongiorno nel decimo anniversario della morte, Maurizio Costanzo svela una confidenza ricevuta anni fa dal collega. Mike, conduttore indimenticabile, era famoso per le sue gaffe, oltre che per la capacità di tenere lo schermo. Secondo il giornalista, quelle gaffe non sarebbero state spontanee. “Mi disse che molte le studiava a tavolino, che talvolta le preparava” ha raccontato Costanzo. Il figlio Nicolò, invece, ha un ricordo diverso: “La mia esperienza come figlio è che fosse spontaneo”.

Ahi ahi ahi, signora Longari: la prima fake news della storia

Sono decine le gaffe di Mike Bongiorno diventate celebri. Una frase in particolare, però, Mike non l’avrebbe mai pronunciata. “Ahi ahi ahi signora Longari, lei mi cade sull’uccello” avrebbe detto Mike a una concorrente, la signora Longari appunto, che nel 1970 partecipò a Rischiatutto. Lo scorso anno, ospite di Barbara D’Urso, la concorrente in questione rivelò che Bongiorno non avrebbe mai pronunciato la frase in questione:

Quella frase? Non l'hai mai detta. È stata la prima fake news della storia. Ormai si sa che non è vero. Barbara ragiona un attimino, se solo lo avesse detto in Rai a quei tempi…pensa che non si poteva dire nemmeno ‘membro', anche ‘membro del parlamento' era un doppio senso. Non si poteva dire. Se lo avesse detto, l'avrebbero immediatamente tagliata. La trasmissione era registrata. Mike ha creato poi il personaggio delle gaffe. Questa cosa è uscita molto dopo ‘Rischiatutto', negli anni '80 e gli ha fatto molto gioco.

Allegria, lo speciale del Maurizio Costanzo Show

Il Maurizio Costanzo Show ha dedicato una puntata speciale a Mike Bongiorno nel decimo anniversario della sua morte. Chiamati in studio a ricordarlo alcune vallette storiche come Antonella Elia e Paola Barale, Valeria Marini, il mattatore della serata Gerry Scotti, Pippo Baudo, Simona Ventura e numerosi altri. Ha partecipato alla puntata anche Nicolò Bongiorno, figlio di Mike che ha raccontato il conduttore dal suo punto di vista privilegiato.