Bellissima notizia per i fan di Ferzan Ozpetek. Il film "Le fate ignoranti" del regista turco, tuttora il suo titolo più cult, diventerà una serie tv, prodotta da Fox. Lo ha annunciato lui stesso a Palermo, dove ricevuto la laurea honoris causa in Scienze dello spettacolo e la cittadinanza onoraria. La pellicola, interpretata da Margherita Buy e Stefano Accorsi, uscì nel 2001. Dopo una partenza in sordina, fu un grande successo, premiato con quattro Nastri d'Argento e quattro Ciak d'Oro.

La serie sarà molto diversa dal film

Dettagli e cast sono al momento nel più stretto riserbo. Difficile pensare che Accorsi e la Buy riprendano in mano i ruoli interpretati 18 anni fa: è più probabile un recasting, con l'immancabile adattamento della trama (una delle prime storie di omosessualità raccontate in un film maistream) alle atmosfere dei giorni nostri. Ozpetek ha anzi spiegato che molte cose cambieranno:

Quando ho girato Le Fate ignoranti era un periodo molto felice dell'Italia e del mondo. Non era ancora accaduto l'11 settembre, c'era fiducia nel prossimo, più apertura. Oggi è molto diverso, c'è un altro sguardo. Per questo ho nostalgia enorme di quel periodo. Cambia tutto, cambia lo sguardo, cambia totalmente atteggiamento, cambiano tante cose. Non so quanto sia positivo o quanto negativo, ma cambia tutto.

La trama de Le fate ignoranti

Il film racconta la storia di Antonia, medico specializzato nella cura dell'AIDS sposata a Massimo. L'ordinaria tranquillità della donna viene sconvolta quando l'uomo muore improvvisamente in un incidente stradale. Antonia piomba nella depressione, fino a quando, grazie a un quadro trovato nell'ufficio del marito, scopre che lui la tradiva. La donna si mette alla disperata ricerca dell'amante ma finisce con lo scoprire che si tratta di un uomo: Michele, un giovane che vive in una sorta di famiglia allargata con alcuni gay, una trans, una profuga turca e una verace napoletana. Tra Antonia e Michele nasce un rapporto che porterà la donna a un profondo cambiamento interiore. Il cast vede anche Gabriel Garko, Serra Yılmaz, Filippo Nigro, Erika Blanc, Andrea Renzi.

Il successo del film

"Le fate ignoranti", primo grande successo dopo l'esordio "Il bagno turco" e "Harem Suaré" ha reso il cineasta nato a Istanbul uno degli autori più apprezzati del nostro cinema. Tra i più importanti risultati italiani al botteghino del 2001 e presentato in concorso alla Berlinale, ha vinto anche tre Globi d'Oro e ottenuto una nomination ai David di Donatello per l'interpretazione di Margherita Buy. Ha ricordato Ozpetek:

Quando l'abbiamo presentato, ci dicevano che avrebbe interessato pochissimi gay e basta. Era pronto da tre mesi e non usciva. A Berlino aveva avuto un grande successo, qui rimandavano in continuazione. La distribuzione non dava fiducia e la pellicola era uscita solo in 60 copie, ma dopo due settimane si era arrivati a 250 copie. Il film ha conosciuto un boom enorme, se ne parlava anche nei bar e la gente mi fermava in continuazione, mi telefonava, citofonava a casa. L'atmosfera allora era più leggera e noi eravamo più fiduciosi nel prossimo. Oggi non ho quella leggerezza lì… è un momento difficile, non solo in Italia. Si è perso molto. Manca l'empatia, manca in tutto il mondo.