barbara-d-urso

Il report settimanale da Domenica Live vede uno sbilanciamento forte verso la politica estera. Se tra le regole fondamentali del manifesto D'Ursista compare quella di colorare tutto di rosa, oggi non s'è fatto nulla per contravvenire a questo precetto: si parla di Petraeus e spuntano le corna. Nel pieno pomeriggio, quando le partite di calcio la fanno da padrone, a Canale 5 di pensa di affrontare l'attualità piena e di affacciarsi proprio sulla vicenda del capo della Cia, dimessosi dalla sua posizione per aver tradito sua moglie con una collaboratrice.

Della vicenda si discute da giorni, francamente non trovandoci molto da dire in merito. Ma lo spunto lo trova l'irreprensibile Barbara, che riesce a mettere su un teatrino di discussione sui rapporti interpersonali, la fedeltà e i tradimenti, la durevolezza dei matrimoni, proprio traendo spunto dal Petraeus Gate. Gli ospiti adatti ci sono tutti, con la solita Patrizia Pellegrino in prima fila, che forse si prende resta fuori dagli studi per tutta la settimana in attesa del giorno del signore: un buco per un'opinionista alla fine ci esce. Tra i tanti anche Filippo Facci, che nel bel mezzo della discussione si lancia in una apologia del tradimento, se non apologia, una giustificazione motivata dalla noia dei rapporti infiniti. Discorsi giusti, motivati, sacrosanti, se non fossimo a Domenica Live. Sarebbe bene che di questo Facci cominciasse a rendersi conto, con tutto il rispetto per il gettone di presenza.

Infine, il magnifico Gigi Rizzi, al quale Barbara D'Urso conferisce manifestamente il titolo di playboy (lo presenta proprio così: Gigi Rizzi, grande playboy), che si presta per dire che va bene tradire, ma farlo sapendo che è una cosa che deve durare poco. Il tutto mentre ogni tanto, qualcuno dal pubblico si alza per intervenire, dando voce alle principali varianti dialettali della penisola, e dice che Petraeus ha fatto bene a tradire perché sua moglie era una vecchia racchia; oppure in risposta, un'altra si alza dallo scranno e dice che Petraeus era ancora peggio e che deve ringraziare di aver avuto la posizione che occupava perché potesse tradire sua moglie. Applausi meravigliosi di intermezzo, servizi su uno studio americano che avrebbe messo a punto uno spray che impedisce di tradire e compagnia cantando. Per finire, un istante prima di lanciare la pubblicità, il tempo necessario per festeggiare il genetliaco di un caro amico:

Tanti auguri ad Aldo Montano, oggi è il suo compleanno, Auguri Aldino!!

Arrivederci a domenica prossima.