La vita di Ayrton Senna sarà raccontata in una miniserie Netflix di produzione brasiliana. Il progetto dedicato al tre volte campione del mondo di Formula Uno è in fase di sviluppo con l'approvazione dei famigliari, come ha annunciato la sorella del compianto pilota automobilistico, Viviane Senna: “È molto speciale poter annunciare che racconteremo la storia che solo poche persone conoscono di lui. La famiglia Senna si impegna a rendere questo progetto qualcosa di totalmente unico e senza precedenti. E nessuno è meglio di Netflix, che ha una portata globale, per essere nostro partner".

Nella serie anche la vera casa di Senna

La miniserie esplorerà la personalità di Senna, che lo scorso 21 marzo avrebbe compiuto 60 anni, e le sue relazioni familiari. Il racconto partirà dal suo debutto in carriera e dal trasferimento in Inghilterra, per arrivare sino al drammatico incidente nell'autodromo di Imola, quando perse la vita durante il Gran Premio di San Marino il 1 maggio 1994 a soli 34 anni. Dietro il progetto c'è la casa di produzione Gullane, già tra i co-produttori del film di Marco Bellocchio "Il traditore". La serie sarà girata in inglese e portoghese in varie location internazionali, ma la vera chicca è la presenza dell'autentica casa in cui è cresciuto Senna, nello stato di San Paolo, per la quale i famigliari hanno eccezionalmente concesso l'ingresso alle telecamere.

Ayrton Senna al cinema

Non è la prima volta che la vita Ayrton Senna da Silva viene raccontata: su di lui esiste già un documentario diretto da Asif Kapadia, "Senna", uscito nel 2010 (poco amato dallo storico rivale Alain Prost, che si è lamentato del modo in cui racconta il loro rapporto competitivo). Inoltre, nel 2019 è uscita la notizia della messa in cantiere di un film, con il coinvolgimento del collega Rubens Barrichello in veste di produttore, su cui al momento non ci sono ulteriori notizie.