Una serie tv italiana racconterà la vita di una delle icone più grandi nella storia del cinema. Parliamo di Audrey Hepburn, indimenticabile diva di capolavori come Sabrina, Vacanze romane e Colazione da Tiffany, su cui – a quanto afferma Variety – è in fase di sviluppo una produzione ad opera di Wildside, la casa di produzione già responsabile di successi come The Young Pope e L'amica geniale. Come in questi due casi, si tratterebbe di un progetto dal respiro internazionale, girato in lingua inglese e promosso dagli stessi famigliari dell'artista: alla base, infatti c'è un soggetto scritto da Luca Dotti, figlio della Hepburn, e dal giornalista e scrittore italiano Luigi Spinola.

La serie su Audrey Hepburn: cosa sappiamo

Luca Dotti è nato dal matrimonio tra la Hepburn e lo psichiatra Andrea Dotti, secondo marito dell'attrice (dopo Mel Ferrer), che fu sposato con lei dal 1969 al 1982. Dotti e Spinola hanno scritto il bestseller del 2015 "Audrey at Home", biografia parziale che unisce aneddoti sulla vita della diva, estratti dalla sua corrispondenza privata, ricette e foto di famiglia inedite. "La loro ricerca è andata ora più in profondità", scrive Variety, "concentrandosi in particolare sugli "anni di formazione" della Hepburn, che la serie esplorerà, secondo quanto dichiarato da Wildside. I dettagli più completi del progetto non sono stati divulgati". Ignoto, al momento, il nome dell'attrice che dovrebbe interpretare la diva, in passato già impersonata da Jennifer Love Hewitt in un trascurabile tv movie uscito nel 2000.

Audrey Hepburn, una diva indimenticata

Attrice premio Oscar per Vacanze romane, la Hepburn non è stata solo una delle più grandi star del cinema, ma anche un'icona assoluta di stile, per giunta segnata da una vita turbolenta e piena di emozioni: cresciuta tra Belgio e Olanda, patì la fame al tempo del nazismo (e militò nella Resistenza), ebbe amori celebri (oltre ai due mariti, William Holden e Ben Gazzara), fu per anni testimonial dell'Unicef. Tra i suoi film più noti, ricordiamo anche Guerra e pace, Arianna, Gli inesorabili, Sciarada, My Fair Lady, Robin e Marian, Always – Per sempre.

Il successo di Wildside, da The Young Pope a L'amica geniale

Nata nel 2009, Wildside ha prodotto film come Io e te di Bernardo Bertolucci, La mafia uccide solo d'estate di Pif e Poveri ma ricchi di Fausto Brizzi. Particolarmente rivoluzionario è stato l'investimento in serie televisive, spesso co-produzioni con colossi come Hbo, Sky e Rai: sono così nate 1992, 1993, The Young Pope di Paolo Sorrentino e Il miracolo di Niccolò Ammaniti, fino al grande successo di pubblico e critica di L'amica geniale di Saverio Costanzo, in onda su Rai1 con 7 milioni di spettatori a serata. Al momento è in lavorazione la seconda stagione della serie di Sorrentino, mentre anche de L'amica geniale verrà prodotta una nuova annata.