813 CONDIVISIONI

La storia di Caterina da Cremona, Matilda De Angelis: “Ispirata ad un vero bozzetto di Leonardo”

L’attrice racconta come sia nato il personaggio di fantasia che interpreta in “Leonardo”, una donna che racchiude tutte le donne che hanno popolato l’universo di Leonardo: “Diventa la sua musa, la sua migliore amica, la sua consigliera, una madre, in tutto e per tutto la sua controparte pratica che lo riporta sempre alla realtà”. Ma è davvero esistita?
A cura di Andrea Parrella
813 CONDIVISIONI

È iniziata martedì 23 marzo "Leonardo", nuova serie in onda su Rai1 che racconta la storia di Leonardo da Vinci. Una serie di respiro internazionale, con un cast che parla diverse lingue, a cominciare dal protagonista Aidan Turner, passando per Freddie Highmore, ma anche Giancarlo Giannini e soprattutto l'attesissimo personaggio di Matilda De Angelis. L'attrice interpreterà Caterina da Cremona, un personaggio ispirato a un bozzetto di Leonardo, La Scapigliata. Pare si tratti di una donna del Rinascimento realmente esistita che ha posato per Leonardo come modella, ma che non è mai stata la sua musa. Il rapporto tra Caterina e Leonardo che si vede nella serie è frutto di una finzione, che serve a dare ulteriore sostanza all'elemento da cui scaturisce il racconto, ovvero l'omicidio della donna che è letteralmente un'invenzione di Frank Spotnitz e Steve Thompson.

Matilda De Angelis racconta Caterina da Cremona, il suo personaggio in Leonardo

A raccontare come sia nato il personaggio di Caterina da Cremona è proprio Matilda De Angelis in questa intervista rilasciata a Fanpage.it: "Siamo partiti da un bozzetto di Leonardo da Vinci, "La scapigliata". Il suo personaggio fa comprendere allo spettatore le sfaccettature più intime dell'artista che è stato Leonardo, e De Angelis lo descrive così:

Non è remissiva e ha questa massa di capelli folle. I riferimenti me li ha dati una sceneggiatura solida, Caterina è un personaggio di finzione ma forte, racchiude in sé tanti aspetti del femminile emblematici nella vita di Leonardo. È una donna determinata, assolutamente indipendente, che quando conosce Leonardo ne riconosce il genio ma non si lascia schiacciare, anzi diventa la sua musa, la sua migliore amica, la sua consigliera, una madre, in tutto e per tutto la sua controparte pratica che lo riporta sempre alla realtà.

La morte di Caterina da Cremona al centro della trama

"Leonardo" si propone di svelare l'estro e il mistero che si cela dietro le opere del grande artista toscano. Il racconto della sua genialità parte, però, da un fatto di cronaca che lo vede protagonista, che è proprio la morte di Caterina da Cremona, che in un certo senso dà un volto a tutte le donne che hanno fatto da modelle all'artista o che hanno ispirato opere di grande valore come Leda col cigno. Eppure attorno a questo rapporto, intenso e a tratti ambiguo, ruota gran parte della narrazione. Insoddisfatto, sempre pronto a mettere in discussione il suo operato, puntando all'irraggiungibile, Leonardo si spinge oltre i suoi limiti e incontra sul suo cammino personaggi che cercheranno di ostacolarlo, come Tommaso Masini e Bernardo Bembo, invidiosi uno della sua arte e l'altro del rapporto con Caterina, e altri che invece lo aiuteranno come il suo maestro Andrea del Verrocchio, oppure Ludovico Sforza e anche il padre Piedo Da Vinci, che agisce nell'ombra. Ma l'onta di un'accusa così grave, come quella di omicidio, pesa sulla sua arte e la sua ispirazione.

813 CONDIVISIONI
Matilda De Angelis: "La Tv deve iniziare a parlare ai giovani, oppure morirà"
Matilda De Angelis: "La Tv deve iniziare a parlare ai giovani, oppure morirà"
Matilda De Angelis innamorata del rapper Nayt: "Sono fidanzata, ma sarò sempre libera"
Matilda De Angelis innamorata del rapper Nayt: "Sono fidanzata, ma sarò sempre libera"
Non solo Leonardo: Matilda De Angelis protagonista del film Divine - La fidanzata dell'Altro
Non solo Leonardo: Matilda De Angelis protagonista del film Divine - La fidanzata dell'Altro
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni