Fabrizio Corona è intervenuto in diretta a "Mattino Cinque" per commentare la sentenza del Tribunale di Sorveglianza di Milano a suo favore. Alla fine però si è tutto trasformato in caciara, come sempre quando c'è lui in studio. Nella prima parte aveva commentato la sua sentenza: "C'è un dato in questa sentenza che è fondamentale. Io non sono libero dal 2011, sono passati ben 8 anni. Ma per la prima volta i giudici hanno detto che la morale, il concetto morale del tipo di lavoro che uno fa, non può essere giudicata. L'importante è che l'attività sia lecita e segua la legge". Successivamente, c'è un botta e risposta tra lui e Alessandro Cecchi Paone che sfocia in un commento omofobo da parte di Corona.

Le parole di Cecchi Paone

Alessandro Cecchi Paone critica il personaggio di Fabrizio Corona. Storicamente, i due non si sono mai piaciuti, anzi Alessandro Cecchi Paone conduce una battaglia contro il "fenomeno mediatico Corona": "Anche quando era ricco e potente ero contro di Lei". I due si danno del "Lei", ma ben presto i toni si accendono e Federica Panicucci non riesce a moderare l'incontro.

Dico da dieci anni che lui è un pessimo esempio televisivo. Io lo dico da sempre che ci sono tanti modi per andare in televisione. Il modello di riferimento di Corona è sbagliato. Corona lei è una cattiva compagnia.

La frase omofoba di Fabrizio Corona

"La signorina Cecchi Paone si sta arrabbiando". Fabrizio Corona commenta così quando Alessandro Cecchi Paone chiede a Federica Panicucci di prendere posizione sulla loro lite: "Non puoi mettermi sullo stesso piano di Fabrizio Corona, lui è un pregiudicato". La Panicucci non comprende lo scivolone, poi chiede a Fabrizio Corona di scusarsi pubblicamente con Alessandro Cecchi Paone: "Il tuo appellativo è stato condannabile e deplorevole". Corona se ne va e non chiede scusa. Qui il video dello scontro a Mattino 5.