29 Novembre 2012
15:15

La Rai nomina i nuovi direttori di rete

Ecco i nuovi direttori di rete nominati dal Cda: Giancarlo Leone a Rai Uno, Angelo Teodoli a Rai Due e Andrea Vianello a Rai Tre.

Cambio della guardia in Rai per quanto riguarda i direttori di rete. Il Consiglio di amministrazione si è riunito oggi ed ha nominato i suoi nuovi direttori di Rai Uno, Rai Due e Rai Tre, approvando le proposte presentate dal dg Luigi Gubitosi. Giancarlo Leone a Rai Uno, in luogo di Mauro Mazza destinato probabilmente alla presidenza di Rai Cinema, Angelo Teodoli a Rai Due, succede a Pasquale D'Alessandro destinato ad un canale tematico digitale della Rai. Mentre Andrea Vianello sostituisce Antonio Di Bella su Rai Tre. Leone, figlio dell'ex Presidente della Repubblica Giovanni, ricopre la carica dal 2011 a direttore di Rai Intrattenimento, Teodoli era già stato vice direttore di Rai Uno. Andrea Vianello è il noto giornalista, attualmente conduttore di una delle trasmissioni più seguite del day time, Agorà.

Chi è Giancarlo Leone. Attivissimo su Twitter, il nuovo direttore di Rai Uno, classe 1956, è già stato vicedirettore della Rai dal 2006, attualmente ricopre la carica di direttore di Rai Intrattenimento (dal 2011). E' il figlio dell'ex Presidente della Repubblica Giovanni, iscritto all'ordine professionale dei giornalisti dal 1977, è uno dei dirigenti Rai che ha ricoperto più incarichi di prestigio. Oltre alle direzioni menzionate sopra, è stato direttore dell'ufficio stampa dal 1991 al 1995, del Coordinamento del Palinsesto Televisivo dal 1996 al 2000, oltre ad aver ricoperto la carica di Amministratore Delegato di Rai Cinema dal 2000 al 2007. Tra le produzioni più fortunate: I cento passi di Marco Tullio Giordana, Buongiorno Notte di Marco Bellocchio, Il Cuore Altrove di Pupi Avati e Gomorra di Matteo Garrone. La sfida alla direzione di Rai Uno resterà tra le più avvincenti ed importanti della sua carriera, c'è curiosità intorno al prossimo Sanremo 2013.

Chi è Angelo Teodoli. Già vicedirettore di Rai Uno, sotto la direzione Del Noce, terminato l'incarico è passato alla direzione dei palinsesti a tutt'oggi. Un paio di anni fa salì alla ribalta il suo nome, quando denunciò la scomparsa dal suo ufficio dei palinsesti provvisori delle tre reti Rai per l'autunno 2011. A lui il compito di rilanciare Rai Due che, tra le tre, è quella che appare attualmente più in difficoltà.

Chi è Andrea Vianello. Nato a Roma nel 1961, entra in Rai nel 1990 vincendo un concorso per giornalisti. Nipote di Edoardo, la gavetta in radio al GR1 e al GRU, poi nel 1997 passa alla conduzione di Radio Anch'io. Il debutto in tv nel 1999 con Tele Anch'io, poi alla guida di Enigma, Mi manda Raitre nel post-Marrazzo fino ad Agorà che, dal 2010, va in onda tutte le mattine su Rai 3, restando da sempre una delle trasmissioni più seguite in quella fascia oraria. Apparentemente la sfida più semplice, ma Rai Tre manca in questo momento di programmi che diano ascolti per la seconda serata. Le qualità di Vianello sono indiscutibili, siamo certi che non ci vorrà molto ad avvertire la sua mano sulla terza rete Rai.

Nomine Rai, tutto come previsto tranne la sorpresa al Tg1
Nomine Rai, tutto come previsto tranne la sorpresa al Tg1
Giuliano Ferrara ha lasciato la Rai
Giuliano Ferrara ha lasciato la Rai
Boris diventa realtà: Mazza e "l'incubo" di passare da Rai1 a Rai Cinema
Boris diventa realtà: Mazza e "l'incubo" di passare da Rai1 a Rai Cinema
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni